mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Italia > Rovigo, falsa start up innovativa percepiva fondi europei e regionali

Rovigo, falsa start up innovativa percepiva fondi europei e regionali

rovigo

ROVIGO – A conclusione di indagini avviate alcuni mesi fa dai finanzieri del Comando provinciale di Rovigo, nella giornata di ieri è stata data esecuzione ad un ordine di sequestro per circa 800.000 € emesso dalla Procura della Repubblica cittadina nei confronti di una start up operante nel settore ittico e trasformazione del pescato.

Esaminando i contributi ricevuti da diversi soggetti che hanno beneficiato dei contributi Regionali afferenti il “Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca” (F.E.A.M.P.) i finanzieri della tenenza di Adria hanno individuato una società – qualificatasi come “start up innovativa” – a forte contenuto tecnologico, nell’ambito della quale sono state rilevate alcune anomalie.

Dagli accertamenti effettuati, infatti, sono state individuate diverse irregolarità nei requisiti di base necessari per poterla qualificare quale “Start-up innovativa” (per come definite dall’art. 25, comma 2 del D.L. n.179/2012), indispensabili per l’ottenimento delle agevolazioni previste.

In particolare, per ottenere ciò, i due rappresentanti legali che nel tempo si sono succeduti alla guida della start up e un altro socio avevano attestato falsamente di aver sostenuto spese in ricerca e sviluppo in misura corrispondente alle percentuali fissate dalla legge, di aver impiegato personale altamente qualificato e inoltre di essere titolare, depositaria o licenziataria di almeno una privativa industriale. Il possesso fittizio di detti requisiti ha consentito l’iscrizione nella Sezione Speciale del Registro delle imprese e quindi di accedere ai finanziamenti garantiti dallo Stato tramite il Medio Credito Centrale.

Il particolare status, inoltre, ha ulteriormente permesso alla società di partecipare in condizione di assoluto vantaggio nelle procedure di accesso ai contributi Regionali erogati nell’ambito del F.E,A.M.P..

L’essere una start-up innovativa unitamente ad altre ulteriori attestazioni rivelatesi false nel corso delle indagini (gli amministratori hanno certificato di utilizzare pescato proveniente da acquacoltura biologica  nonché da flotte pescherecce locali quando invece veniva utilizzato pescato proveniente dalla Grande Distribuzione e comunque non proveniente da flotte locali) ha consentito alla società di collocarsi in posizione  utile nelle graduatorie dei fondi regionali (a discapito di altre aziende) ottenendo così, indebitamente, risorse pubbliche. Nel complesso la start-up ha potuto beneficiare di circa 1.000.000 di € di provvidenze.    Dalle indagini inoltre è apparso evidente come la società, nata nel 2016, sia stata da subito inattiva fino all’anno 2018 in cui ha dato avvio alla produzione con scarsi se non nulli risultati economici.

A seguito delle indagini svolte dai finanzieri del Comando provinciale di Rovigo sono state denunciate 3 persone, fra cui i 2 amministratori che nel tempo si sono succeduti alla guida della società, per i reati di truffa ai danni dello stato (art. 640 c. 2 c.p.) e favoreggiamento personale (art. 378 cp) ed al contempo è stato richiesto e concesso dall’A.G.  un decreto di sequestro preventivo pari alle somme illecitamente percepite, eseguito nella giornata di ieri.

Anche questo intervento si colloca nel quadro delle iniziative a tutela dell’economia legale e della leale concorrenza fra le imprese, oltre che a tutela degli interessi erariali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *