giovedì, Settembre 23, 2021
Home > Lazio > Maxi incendio a Roma: raccordo in tilt

Maxi incendio a Roma: raccordo in tilt

incendi

ROMA – Incubo sul Grande Raccordo Anulare a Roma, importante arteria per la viabilità della città: automobilisti bloccati dalle code provocate dal fumo generato da un incendio di sterpaglie. Chiusi vari svincoli di Roma Nord. Poi, il traffico è tornato normale appena sono state domate le fiamme, ai margini della strada a ridosso delle abitazioni In tutta la giornata solo a Roma, sono stati una sessantina gli incendi scoppiati. Lo riferisce la Protezione civile della Regione Lazio.

L’autostrada A90,[2] nota principalmente come Grande Raccordo Anulare (abbreviato in GRA), è l’autostradatangenziale, senza pedaggio, che circonda l’area urbana della città di Roma. Caratterizzato da un tracciato circolare chiuso e senza discontinuità, a doppio senso di marcia, almeno tre corsie per carreggiata, un diametro medio di circa 21 km[3] e una lunghezza di 68,223 km,[1][4][5] il GRA è gestito da ANAS;[6] è stato percorso giornalmente nel 2017 tra i 150 000 e i 180 000 veicoli[7], risultando tra le autostrade italiane con il più alto volume di traffico in quell’anno.[8]

Il GRA è un’arteria di importanza cruciale per la viabilità cittadina di Roma; il traffico si mantiene molto sostenuto durante la maggior parte della giornata con frequenti rallentamenti e ingorghi. Le cause di ciò sono molteplici: il gran numero di veicoli, fino a 180 000 attraversamenti giornalieri;[7] l’insufficiente capacità di afflusso e deflusso di alcuni svincoli molto utilizzati, ad esempio quelli di Via Pontina e di Via Tiburtina[senza fonte]; la presenza di entrate (e delle relative corsie di accelerazione per l’immissione) a brevissima distanza dalle uscite: in questo modo, gli automobilisti che devono lasciare il GRA sono costretti a condividere le stesse corsie (quelle più a destra) con gli automobilisti che vi si immettono, con importanti ripercussioni sulla scorrevolezza del traffico.

Il tratto più critico è quello del quadrante sud ed est, tra le uscite A91-Fiumicino e Tiburtina[senza fonte], corrispondente alla zona a più alta densità abitativa e di svincoli della città. Secondo una statistica del 2007 il GRA è al quinto posto delle autostrade con il più elevato rapporto tra incidenti stradali e numero di chilometri, con 18 morti e oltre 1000 feriti ogni anno.[9] Uno studio compiuto dall’ACI ha evidenziato come, nel 2009, il tratto del GRA tra il km 20 e il km 65 risulti al primo posto tra le autostrade e tangenziali italiane per tasso di incidenti.[10] I costi di manutenzione e gestione del GRA ammontano a circa 11 milioni di euro l’anno.[1]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net