venerdì, Settembre 25, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film romantico stasera in TV: “Via dalla Pazza Folla” domenica 6 settembre 2020

Il film romantico stasera in TV: “Via dalla Pazza Folla” domenica 6 settembre 2020

film via dalla pazza folla

Il film romantico stasera in TV: “Via dalla Pazza Folla” domenica 6 settembre 2020 alle 21:10 su RAI Movie

Via Dalla Pazza Folla, la visione dell'amore di Thomas Hardy | CameraLook

Via dalla pazza folla (Far from the Madding Crowd) è un film del 2015 diretto da Thomas Vinterberg con  Carey Mulligan, Matthias Schoenaerts e Michael Sheen, adattamento cinematografico del romanzo Via dalla pazza folla di Thomas Hardy.

Bathsheba Everdene è una giovane donna orfana che è da poco andata a vivere con la zia. Qui conosce, Gabriel Oak, un fittavolo che gestisce una fattoria di pecore. Uomo in gamba e di nobili sentimenti, Gabriel s’innamora di Bathsheba e la chiede in sposa, ma ella, pur nutrendo un certo affetto per l’uomo, declina la proposta dicendo che è troppo indipendente per sposarsi e che egli non sarebbe in grado di domare il suo carattere impetuoso.

Una notte, il gregge di Gabriel, spaventato dal cane da pastore, scappa dal recinto e cade giù da una scogliera, schiantandosi sulla spiaggia. Non più in grado di pagare i debiti, l’uomo è costretto a vendere la fattoria e cercare un impiego altrove. Giunge in un villaggio e una cameriera di nome Fanny Robin, in procinto di sposarsi con il soldato Frank Troy, gli indica una fiorente fattoria in cui potrebbe trovare lavoro come pastore. La fattoria è quella che Bathsheba ha appena ricevuto in eredità dal defunto zio e che amministra con competenza e decisione. Gabriel, da parte sua, lavora con zelo e continua a vigilare su Bathsheba, la quale si sente rassicurata dalla presenza dell’uomo.

Poco dopo, Bathsheba conosce William Boldwood, ricco proprietario terriero confinante con la sua fattoria, il quale, incoraggiato da un biglietto ambiguo della donna, la chiede anche lui in sposa. Bathsheba però rifiuta anche questa proposta, dicendo che il biglietto era in tono scherzoso, e che Boldwood ha frainteso le sue intenzioni. L’uomo però non demorde e insiste, chiedendole del tempo per riflettere. In quel periodo, il soldato Frank Troy attende in chiesa Fanny Robin per celebrare il loro matrimonio ma, quando la giovane non si presenta, fugge via adirato. Troy non sa che in realtà Fanny aveva sbagliato chiesa e, una volta giunta in quella giusta, l’uomo era già andato via.

Così una sera, Bathsheba conosce lo spavaldo Troy e, per la prima volta in vita sua, crede d’innamorarsi. Cede alle lusinghe dell’uomo e decide di sposarlo, ignorando gli avvertimenti di Gabriel sulla rispettabilità di Troy e rifiutando definitivamente Boldwood. Una volta tornati alla fattoria, sembra che le cose vadano a gonfie vele fra i due freschi sposi, ma l’idillio dura poco, e la vera indole di Troy viene fuori. Scansafatiche, arrogante e violento, l’uomo sperpera il patrimonio di Bathsheba in scommesse. Quest’ultima si rende finalmente conto del terribile errore da lei commesso, e capisce che ha sposato Troy solo per leggerezza e non perché ne fosse davvero innamorata. Tutto questo lo confida a Gabriel, che ella vede ormai come unico punto di riferimento. Un giorno, mentre assiste ad un incontro di pugilato, Troy ritrova Fanny Robin, costretta a mendicare e con un bimbo in grembo. La ragazza spiega il malinteso avvenuto quel giorno e che è incinta di suo figlio.

Ritrovando improvvisamente tutto il suo amore per lei, e iniziando a disprezzare Bathsheba, Troy le promette che farà di tutto per farsi perdonare e le dà appuntamento per l’indomani, affinché possa portarle un po’ di denaro. Quando Troy chiede del denaro a Bathsheba, questa glielo rifiuta in quanto lo sperpererebbe come al solito e l’uomo, furioso, fugge via. All’appuntamento, Fanny non si presenta e poco dopo giunge alla fattoria una bara contenente il corpo della donna e del neonato: Fanny è morta di parto insieme al neonato e, essendo una vecchia impiegata dello zio di Bathsheba, questa decide di accogliere la bara in casa. In quella, però, Bathsheba scopre che l’amore perduto di cui Troy le aveva parlato era proprio Fanny, e che il bimbo che giace accanto a lei era anche figlio suo. Troy, distrutto dal dolore, dice a Bathsheba che non le importa nulla di lei, e decide di suicidarsi annegando in mare.

Vengono ritrovati i suoi vestiti sulla spiaggia e Bathsheba è quindi vedova e libera da quel matrimonio infelice. Qualche tempo dopo, Boldwood, innamorato di Bathsheba al punto da esserne ossessionato, le rinnova la proposta di matrimonio, e la donna, per salvare la fattoria dall’imminente vendita, promette di accettarla una volta terminato il periodo di lutto. Per festeggiare, Boldwood decide per la prima volta di dare un grande ricevimento il giorno di Natale, curando tutto nei minimi dettagli, e ringraziando Gabriel per aver sempre protetto la sua amata. Quella sera stessa, però, Troy si presenta al ricevimento, spiegando a Bathsheba che dei pescatori l’avevano salvato, e che è ritornato perché pretende dalla donna del denaro. Mentre Troy la trascina via con violenza, Boldwood, che aveva già dimostrato segni di squilibrio mentale, spara un colpo di fucile e uccide Troy, lasciando Bathsheba vedova per davvero.

Boldwood viene arrestato, ma evita la pena di morte. Così Bathsheba, col tempo, inizia a risollevarsi, sia dal punto di vista morale che materiale, finché un giorno Gabriel le comunica la sua decisione di partire per l’America. La donna, costernata, lo lascia andare ma, quando l’uomo parte, capisce che lo ha sempre amato, che è sempre stato il suo unico sostegno, e che per tutti quegli anni, Gabriel non aveva mai smesso di proteggerla. Così, monta in sella al suo cavallo e lo insegue e, una volta raggiunto, lo implora di non partire e di chiederla in sposa. I due finalmente si congiungono dopo una lunga parentesi dolorosa, e possono finalmente vivere insieme il loro amore.

Regia: Thomas Vinterberg,

Con:  Carey Mulligan, Matthias Schoenaerts e Michael Sheen

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *