martedì, Settembre 29, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film cult dopo pranzo in TV: “Fronte del porto” domenica 13 settembre 2020

Il film cult dopo pranzo in TV: “Fronte del porto” domenica 13 settembre 2020

film fronte del porto
Il film cult dopo pranzo in TV: “Fronte del porto” domenica 13 settembre 2020 alle 14:10 su La 7
Fronte del porto (On the Waterfront) è un film del 1954 diretto da Elia Kazan con Marlon Brando, Karl Malden, Lee J. Cobb e Eva Marie Saint. Nel 1989 è stato inserito fra i film conservati nel National Film Registry presso la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1] Nel 1998 l’American Film Institute l’ha inserito all’ottavo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi,[2] mentre 10 anni dopo, nella lista aggiornata, è sceso al diciannovesimo posto.[3] Il boss del sindacato Johnny Friendly detiene un ferreo controllo del lungomare. La polizia e la Commissione sulla criminalità del porto sanno che Friendly è responsabile di diversi omicidi, ma i testimoni sono reticenti e accettano la loro posizione di sottomissione, piuttosto che rischiare il pericolo e la vergogna di informare. Terry Malloy è un marinaio il cui fratello Charley è il braccio destro di Friendly. Alcuni anni prima, Terry era stato un pugile promettente, finché Friendly non lo aveva incaricato, tramite Charley, di perdere deliberatamente un combattimento che avrebbe potuto vincere, in modo che Friendly potesse vincere denaro scommettendo contro di lui. Un giorno Terry chiama Joey Doyle, un famoso lavoratore portuale, ma quando questi si affaccia dal suo appartamento viene ucciso dagli uomini di Friendly, venendo fatto precipitare nel vuoto. Si scopre che Joey voleva testimoniare contro Friendly davanti alla Commissione ma che Terry non era a conoscenza dell’intento omicida, ma solo che gli scagnozzi di Friendly volessero minacciarlo e mettergli pressione. La sorella di Joey, Edie, arrabbiata per la morte di suo fratello, cerca sostegno in padre Barry, nel fomentare un’azione contro l’unione controllata dalla mafia. Friendly invia Terry a partecipare ad un incontro dei lavoratori portuali che padre Barry tiene nella chiesa, e pur aiutando Edie a scappare dalla violenza, viene colpito da lei. Intanto un altro marinaio, Timothy J. “Kayo” Dugan, che aveva accettato di testimoniare, viene fatto uccidere da Friendly, sotto la parvenza di un incidente sul lavoro. Anche se Terry è risentito di essere stato usato come strumento nella morte di Joey, e nonostante l’appassionato “sermone sul molo” di Padre Barry che ricorda agli scaricatori di porto che Cristo cammina tra loro e che ogni omicidio è una crocifissione, egli è inizialmente disposto a rimanere reticente quando viene citato in giudizio per testimoniare. Tuttavia, quando Edie, ignara del ruolo di Terry nella morte di suo fratello, inizia a ricambiare i sentimenti di Terry, questi inizia ad essere tormentato dalla sua coscienza, confessando a padre Barry e a Edie il suo ruolo nella morte di Joey. Edie, inorridita, decide di rompere con lui. Venendo dei dubbi nella fedeltà di Terry, Friendly decide di ucciderlo a meno che Charley non riesca a convincerlo a tacere. Charley tenta di corrompere Terry, offrendogli un lavoro migliore e addirittura lo minaccia ma rinuncia dopo che Terry lo incolpa del fallimento della sua carriera pugilistica a causa di quel match combinato. Charley dà a Terry la sua pistola e gli consiglia di scappare. Terry va da Edie, dove ella alla fine ammette il suo amore per lui. Friendly, avendo osservato Charley, lo uccide quella notte ponendo il suo corpo appeso nel vicolo dell’appartamento di Edie, come esca per attirare Terry e uccidere anche lui. Terry e Edie riescono a fuggire e, scoperto il cadavere di Charley, Terry medita vendetta nei confronti di Friendly. Interviene padre Barry, che convince Terry a non rispondere con la violenza bensì a testimoniare in tribunale. Terry rivela tutto quello che sa alla Commissione, compromettendo la posizione di Friendly. Dopo la testimonianza, Friendly annuncia a Terry che non troverà lavoro da nessuna parte sul lungomare ed anche i suoi ex amici lo evitano. Rifiutando il suggerimento di Edie di allontanarsi dal lungomare, Terry si presenta durante il reclutamento al molo, pur essendo l’unico uomo non assoldato, e affronta apertamente Friendly. mostrando fierezza per quello che ha fatto. Ne segue una feroce rissa, che vede Terry soccombere solo dopo l’arrivo degli scagnozzi di Friendly. I lavoratori portuali, che assistono allo scontro, escono finalmente dal loro stato di sottomissione, sostenendo Terry e rifiutandosi di lavorare, a meno che lo stesso Terry non venga reintegrato, e finiscono con lo spingere goffamente in acqua Friendly. Terry, pur molto ferito, si rimette in piedi ed entra nel molo, seguito dagli altri lavoratori. Friendly inzuppato e ferito al viso, giura vendetta su tutti gli scaricatori di porto ma questi lo ignorano, fino a che la porta del garage si chiude dietro di loro.
Regia di Elia Kazan Con Marlon Brando, Karl Malden, Lee J. Cobb e Eva Marie Saint Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *