mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Marche > Imprese nelle Marche in era Covid-19: in difficoltà ma in crescita in tutte le province

Imprese nelle Marche in era Covid-19: in difficoltà ma in crescita in tutte le province

Ancona – Nel secondo trimestre del 2020, in concomitanza con il prodursi degli effetti dell’emergenza sanitaria causata dal COVID-19, i flussi di imprese in ingresso e in uscita dal tessuto imprenditoriale marchigiano mettono in evidenza una ridotta dinamicità, anche se il saldo tra nuove imprese e cessazioni è positivo

E’ questo il principale esito che la rilevazione Movimprese, condotta da Infocamere-Unioncamere sui dati dei Registri delle Imprese delle Camere di Commercio, restituisce per la demografia delle imprese non solo delle Marche, ma anche dell’Italia nel complesso.

Nel trimestre aprile-giugno di quest’anno nelle Marche sono state rilevate infatti 1.222 iscrizioni di imprese a fronte di 873 cessazioni (al netto delle cancellazioni d’ufficio). Il saldo tra i due flussi è quindi positivo per 349 unità.

Tutte le province delle Marche hanno in questo trimestre saldo e tasso di crescita positivi. In particolare si collocano sopra la media regionale le province di Macerata (+0,29%) e Fermo (+0,32%), mentre i tassi sono più contenuti per Pesaro e Urbino (+0,19%), Ancona e Ascoli Piceno (entrambe +0,14%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *