sabato, Novembre 28, 2020
Home > Bellezza e Salute > Coronavirus, un progetto per poter fare prevenzione

Coronavirus, un progetto per poter fare prevenzione

pizzoferrato

Coronavirus, un progetto per poter fare prevenzione

ROCCAFLUVIONE (AP) – Riceviamo e pubblichiamo la missiva inoltrata dal gruppo di comunicazione del progetto di seguito esplicato al dottor Viggiano: ” Le inviamo una breve spiegazione a riguardo di un’applicazione per poter fare un’ottima prevenzione sul covid-19 con i medici generali, o così detti di famiglia. 

L’applicazione da’ all’ utente con sintomatologia sospetta la possibilità di rispondere ad un questionario con domande specifiche per effettuare una prima diagnosi. Il questionario compilato verrà successivamente inviato in automatico ad un server, o computer, del medico di famiglia che avrà installato l’apposito programma di client, il quale incrocerà i dati relativi alla scheda del paziente. Dall’analisi dei dati scaturirà l’invio di una notifica per informare il medico di base delle probabilità, in dati percentuali, che il suddetto paziente abbia contratto il virus. Inoltre un particolare codice a colori, in relazione alle patologie pregresse del paziente, inserite  precedentemente nel database del medico, informerà dell’eventuale necessità di un ricovero ospedaliero. 

Stiamo anche elaborando la possibilità di interfacciare un ossimentro con la stessa applicazione, strumento indispensabile per una corretta diagnosi.Abbiamo pensato di coinvolgere nel progetto anche delle scuole, in particolar modo selezionandone una che ha già ampiamente dimostrato la propria efficienza, ovvero l’istituto tecnico industriale  statale E. Fermi il quale si è reso protagonista  negli anni precedenti di  un’ importante contest mondiale tenutosi in Cina, vinto da alcuni studenti di una classe dell’istituto in questione.

Rimaniamo quindi in attesa di una vostra risposta in merito per un eventuale vostro interesse, chiedendovi di contattare esclusivamente il signor Maurizio Bargiacchi che, oltre ad essere ideatore dell’applicazione, è anche responsabile della comunicazione per questo ambizioso progetto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *