mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Marche > Le province del ben vivere: Ancona prima nelle Marche e ventiquattresima in Italia. Segue Ascoli al trentaduesimo posto

Le province del ben vivere: Ancona prima nelle Marche e ventiquattresima in Italia. Segue Ascoli al trentaduesimo posto

Le province del ben vivere: Ancona prima nelle Marche

Per il giornale Avvenire la provincia delle Marche dove si vive meglio è quella di Ancona. Nella graduatoria nazionale la provincia dorica compare alla posizione numero 24, con un calo però di 8 posizioni rispetto lo scorso anno.

Segue poi Ascoli Piceno al 32 posto con un balzo di 6 posizioni. Macerata è al 39° posto con un meno 7 e poi Pesaro Urbino stabile al 44°posto. Al 59° posto Fermo con una perdita di 4 posizioni.

Il punteggio relativo al ben vivere è giudicato alto per Ancona, medio alto per Ascoli, Pesaro e Macerata e medio per Fermo. Il giudizio peggiore e medio-basso ma come abbiamo visto nessuna provincia marchigiana vi rientra.

Lo studio, il secondo realizzato, prende in esame oltre 90 parametri relativi a dieci domini (Demografia e famiglia, Salute, Impegno civile, Ambiente turismo e cultura, Servizi alla persona, Legalità e sicurezza, Lavoro, Inclusione economica, Capitale umano, Accoglienza) misurando il ben vivere in un territorio non solo dal punto di vista della ricchezza economica ma secondo gli indicatori del Benessere equo e sostenibile (Bes) e gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’Onu (Sdg) che valorizzano maggiormente le dimensioni sociali e ambientali della nostra vita. Ad esempio: la qualità dei servizi alla persona, la possibilità di dar vita a nuove iniziative economiche, l’offerta formativa, la salvaguardia dell’ambiente, la capacità di accogliere e tutelare la vita nelle sue varie forme.

Nelle prime tre posizioni tra le province in Italia, Bolzano, Pordenone e Trento. In fondo alla classifica Reggio Calabria, Crotone e Caltanisetta.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *