venerdì, Settembre 17, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, il sindaco a Giuseppe Conte: “La ricostruzione non può più attendere”

Teramo, il sindaco a Giuseppe Conte: “La ricostruzione non può più attendere”

teramo

TERAMO – Il sindaco a Giuseppe Conte:”La ricostruzione e la rinascita dei nostri territori non possono più attendere, l’attenzione nei confronti del nostro cratere non è mai stata così alta ma abbiamo chiesto al Presidente Conte che deve restare una priorità di Governo.”

Il Sindaco di Teramo ha incontrato, alla presenza del Commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini e del Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a conclusione del III Forum del Gran Sasso.

È stato un proficuo e lungo incontro nel quale, anche in rappresentanza di tutto il cratere sismico, il Sindaco ha posto all’attenzione del Capo del Governo diverse tematiche, tra le quali:- proposta di attivazione di un contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per il cratere sismico: la ricostruzione fisica non può prescindere da un parallelo rilancio economico/sociale con risorse specifiche e straordinarie;- potenziamento del sistema sanitario pubblico del nostro territorio, attraverso una progettazione che sappia tener conto delle sfide sanitarie del futuro, vero tema sul quale si dovrà concentrare il dibattito pubblico: non conta solo il dove, ma soprattutto il come e il cosa;- fondi del recovery destinati alla ricostruzione pubblica;- in particolare maggiori finanziamenti sull’edilizia scolastica finalizzata sia alla ricostruzione che all’adeguamento sismico, con la destinazione, ai comuni, di moduli scolastici jolly che consentano la rapida realizzazione, l’utilizzo flessibile degli spazi anche in considerazione delle nuove esigenze derivanti dall’emergenza sanitaria;- sblocco e accelerazione della ricostruzione pubblica residenziale per la quale continuiamo a chiedere che l’Ater attivi subito i poteri straordinari del Commissario;- potenziamento e stabilizzazione del personale precario destinato alla ricostruzione nei comuni e negli USR;- per la città di Teramo capoluogo, risorse per sostenere i grandi progetti di rilancio del patrimonio storico, archeologico e culturale, già in fase avanzata, nonché risorse per le infrastrutture anche attraverso una rimodulazione del bando delle periferie (progetto riqualificazione area della Stazione Ferroviaria);Anci Abruzzo ha ottenuto nella notte un risultato straordinario grazie al sostegno del Commissario Giovanni Legnini con l’approvazione dell’emendamento proposto e relativo alla copertura finanziaria del cosiddetto “Cratere Nevoso” che i comuni del cratere abruzzese attendevano da anni per riparare ad una ingiusta discriminazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net