mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film horror stasera in TV: “Leatherface” sabato 17 ottobre 2020

Il film horror stasera in TV: “Leatherface” sabato 17 ottobre 2020

film leatherface

Il film horror stasera in TV: “Leatherface” sabato 17 ottobre 2020 alle 21.10 su Italia 2 (Canale 66)

Leatherface (film 2017).jpg

Leatherface è un film horror del 2017 diretto da Alexandre Bustillo e Julien Maury con  Stephen DorffLili TaylorSam Strike e Finn Jones. Si tratta dell’ottavo film della saga Non aprite quella porta e prequel dell’omonimo film del 1974.

Si parte da lontano, dall’infanzia, da una madre assetata di sangue che spinge i suoi figli a commettere omicidi efferati, senza farsi problemi. La fattoria dei Sawyer è infatti tristemente nota per i fatti sanguinari che accadono attorno ad essa, non sempre però le autorità riescano a incastrare i membri della famiglia cogliendoli con le mani nel sacco, che restano così praticamente sempre impuniti.

Texas1955. Il compleanno del piccolo Jedidiah “Jed” Sawyer è piuttosto particolare, così com’è particolare la sua famiglia. Assieme alla torta fatta con panna e budella di maiale, il regalo del bambino è una sega a motore con cui uccidere la sua prima vittima, un vicino accusato di furto di maiali. La madre Verna e il resto della famiglia lo acclamano, ma Jed non se la sente di compiere un omicidio. L’innocente comunque viene ucciso con una martellata dal nonno, il più vecchio della famiglia.

Successivamente Jed attira in trappola la giovane Betty Hartman in un fienile dove il resto della famiglia la ammazza. Il fidanzato di Betty, però, avvisa gli agenti che subito accorrono. Accorre anche il “Texas ranger” Hal Hartman, padre di Betty, che conosce i misfatti della folle famiglia Sawyer e, in cerca di vendetta, requisisce Jed e gli altri minorenni per mandarli al “Gorman House”, un riformatorio minorile. Nel 1922, lo stato del Texas istituì un programma di assistenza per bambini a rischio. Durante il primo anno di attività circa cinquanta bambini furono portati via da case in cui criminalità, malattie genetiche o comportamenti sconvenienti erano la norma. Dieci anni dopo, la volenterosa e ben intenzionata infermiera Elizabeth, detta Lizzy, prende servizio nell’istituto “Gorman” dedicato alla cura di ragazzi che hanno avuto problemi. Verna sa che Jed è lì, ma non glielo fanno vedere: gli hanno anche cambiato nome, ma lei sa che lo riconoscerebbe nonostante il tempo passato. Perciò si introduce con la forza e genera un parapiglia del quale i reclusi approfittano per ribellarsi in modo sanguinoso, uccidendo anche il titolare dell’istituto, responsabile di nefandezze infinite. Lizzy è presa come ostaggio dallo psicopatico Ike, dalla pazza Clarice, dal corpulento e demente Bud, oltre che da Jackson, l’unico a mostrare segni di umanità e normalità. Il quintetto si dà alla fuga, braccato dalla polizia e dai propri demoni in quella che diventa presto un’orgia di sangue. Jed è destinato a vivere eventi tragici e una serie di orrori che distruggeranno la sua mente per sempre, trasformandolo nel mostro noto come Leatherface, o Faccia di Cuoio.

Da quel momento è pronto a fermare, con la sua inseparabile motosega e la sua immancabile maschera creata con la pelle delle sue vittime, e tende trappole a chi ha la sfortuna di passare per le strade più isolate del Texas, chiunque stupidamente si avvicini alla sua proprietà e chi lo vuole dividere dalla sua famiglia.

Jed Sawyer, che certo non perde il suo profilo di sadico e mentalmente disturbato serial killer, viene posto per dieci anni sotto l’inedita luce di vittima innocente, ma comunque preda di un male che, sebbene sia da lui incarnato nella sua forma più estrema, trova le proprie radici all’interno della società che lo circonda.

Regia di Alexandre Bustillo e Julien Maury

Con: Stephen DorffLili TaylorSam Strike e Finn Jones

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *