sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Marche > Disoccupazione ad Ascoli e dintorni. In crescita nell’ultimo anno

Disoccupazione ad Ascoli e dintorni. In crescita nell’ultimo anno

disoccupazione

Disoccupazione ad Ascoli e dintorni. In crescita nell’ultimo anno

Ascoli Piceno – L’Istat ha reso noto qualche giorno fa, le stime relative i territori dei SLL ovvero i Sistemi Locali Lavoro. Quello di Ascoli Piceno relativo l’anno 2019 registra numeri poco confortanti a livello occupazionale. Ma andiamo con ordine. Innanzi tutto che cosa sono i SLL? I sistemi locali del lavoro rappresentano una griglia territoriale i cui confini, indipendentemente dall’articolazione amministrativa del territorio, sono definiti utilizzando i flussi degli spostamenti giornalieri casa/lavoro (pendolarismo) rilevati in occasione dei Censimenti generali della popolazione e delle abitazioni.

Il SLL di Ascoli Piceno (n° 329) comprende complessivamente 17 Comuni, di cui 13 in provincia di Ascoli e 4 in provincia di Teramo. Tra i comuni compresi, quelli che hanno subito gravi danni nel sisma del 2016, più Folignano e altri della Vallata del Tronto come Castel di Lama e Spinetoli.

Specificamente le classi di riferimento per il lavoro hanno a che fare con il Made in Italy, il tessile, le pelli e l’abbigliamento.

La popolazione in questo distretto è di oltre 115 .000 abitanti. Di questi gli occupati sono 45.900 mentre quelli in cerca di lavoro sono 5.800. Il tasso di attività (rapporto tra le persone appartenenti alle forze di lavoro e la popolazione di 15 anni o più) di questa zona è del 50,7%. Il tasso di occupazione (rapporto tra gli occupati e la popolazione di 15 anni o più) è del 45%.

E la disoccupazione? Siamo all’11,3%. L’anno prima (2018) la cifra era del 10,5%. Si tratta del valore più alto sui 26 Sistema Lavoro delle Marche. Naturalmente ci sono territori in Italia con un tasso ancor più alto. Ciò non toglie che siamo sopra la media italiana che è del 10%.

Quel che preoccupa è che sono dati destinati probabilmente a peggiorare, per la mazzata tremenda che il Covid-19 ha inferto al sistema economico e lavorativo in questo  difficilissimo 2020, ancora non concluso.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *