giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Abruzzo > Lanciano, si presenta spontaneamente dai Carabinieri il 13enne indagato per l’aggressione a Giuseppe Pio D’Astolfo

Lanciano, si presenta spontaneamente dai Carabinieri il 13enne indagato per l’aggressione a Giuseppe Pio D’Astolfo

movida violenta

LANCIANO – Si è presentato, mercoledì sera, dai Carabinieri, uno dei minorenni indagati per l’aggressione a Giuseppe Pio D’Astolfo, il 18enne lancianese finito in coma all’ospedale di Pescara dopo essere stato pestato da una baby gang, all’ex stazione Sangritana, durante la notte tra il 17 ed il 18 ottobre scorso.

Il 13enne, accompagnato dall’avvocato Menicucci, ai militari dell’Arma, che stanno indagando sulla vicenda, avrebbe dichiarato:

“Mi sono sentito minacciato e ho reagito tirando un pugno a Giuseppe Pio D’Astolfo, che poi è caduto a terra”.

A seguito di tale testimonianza, ieri mattina, i Carabinieri hanno iniziato a perquisire, su disposizione della Procura di Lanciano, le abitazioni dei quattro presunti responsabili dell’aggressione del 18enne, dove sono stati acquisiti i loro telefonini, compresi quelli dei famigliari, per appurare l’attendibilità delle parole del tredicenne.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net