lunedì, Novembre 23, 2020
Home > Lazio > Roma, Davide Bordoni: “Comune abbandona centinaia di famiglie che vivono grazie a Commercio su area pubblica”

Roma, Davide Bordoni: “Comune abbandona centinaia di famiglie che vivono grazie a Commercio su area pubblica”

atac

ROMA – Così in una nota il consigliere capitolino Davide Bordoni (Lega-Salvini Premier): “Commercio, ancora protesta in via dei cerchi sotto l’Assessorato al Commercio di Roma Capitale. In attesa che il Campidoglio si ricordi dell’esistenza di centinaia di famiglie che vivono grazie al Commercio romano su area pubblica esprimo la mia vicinanza a tutti quei lavoratori che chiedono di porre fine ad una situazione senza tutele né vie d’uscita. Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni in merito alla protesta degli ambulanti delle rotazioni romane.

Gli operatori su area pubblica, i titolari dei banchi con licenze storiche, gli urtisti e tanti lavoratori regolari che pagano le tasse si sono uniti per rivendicare il loro diritto ad esistere e lavorare nei confronti dell’Amministrazione Raggi sorda alle loro esigenze. In tempi pre-Covid erano stati delocalizzati dalle vie del Centro storico, e poi, in piena pandemia completamente abbandonati al loro destino senza alternative né aiuti.

Il Centro di Roma è deserto e le loro postazioni, in questo momento, non riescono nelle vie secondarie ad intercettare il poco turismo presente in città, ma c’è di più, a pesare è anche l’assenza di interventi economici come sulla Cosap – che sembrerebbe sospesa solo nei mercati e non su area pubblica – una tassa iniqua a fronte di un fatturato inesistente. La protesta di questi giorni, oltre a denunciare il disagio di tutto il settore, è anche l’occasione per ribadire la necessità di interrompere una disparità di trattamento da parte dell’Amministrazione che deve essere posta come priorità nell’aiuto a questa categoria”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *