mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Mondo > Elezioni USA: la vittoria del Trumpismo. Biden verso la Casa Bianca

Elezioni USA: la vittoria del Trumpismo. Biden verso la Casa Bianca

trump

Elezioni USA: la vittoria del Trumpismo. Biden verso la Casa Bianca

Alla fine dello spoglio dei voti, le elezioni presidenziali USA potrebbero portare alla sconfitta di Donald Trump. Ma di certo questa tornata elettorale non ha portato alla sconfitta del Trumpismo.

I Democratici avevano sperato che quattro anni di disordini, con l’arrivo poi della pandemia che è costata 230.000 vite, si sarebbero tradotti in un ripudio rapido, pulito e schiacciante del 45° presidente.

Tuttavia, in un’altra notte infelice per i sondaggisti, non è andata così. Trump si è dimostrato resiliente e ha aumentato il suo voto in Florida, Texas e in altri stati. Ha trovato ancora più elettori della classe operaia rispetto all’ultima volta e ha intaccato il sostegno democratico tra il popolo latino.

La sua vittoria nel 2016, a quanto pare, non è stata un colpo di fortuna attribuibile a Vladimir Putin o James Comey.

Quando alcuni americani hanno protestato “Questo non è quello che siamo”, gli elettori di Trump hanno risposto: “Questo è esattamente quello che siamo – e non andremo da nessuna parte”.

Ora, se Trump vincesse le elezioni, vincerebbe il Trumpismo. Ma se Trump perdesse le elezioni, vincerebbe ugualmente il Trumpismo.

C’è di più, i repubblicani sembrano essere sulla buona strada per mantenere la maggioranza al Senato e potrebbero finire per ottenere seggi alla Camera dei Rappresentanti. Mitch McConnell, il leader della maggioranza al Senato, e Lindsey Graham sono stati ricompensati, non puniti, per aver fatto rispettare la sua volontà.

Il messaggio agli altri aspiranti repubblicani è chiaro: questa è la festa di Trump, adesso.
Inoltre, McConnell ha memorabilmente dichiarato che la sua massima priorità sarebbe stata quella di assicurarsi che Barack Obama fosse un presidente per un solo mandato. Non ci riuscì, ma si dimostrò un maestro dell’ostruzionismo. Si presuppone, quindi, che farà la stessa cosa ora con Biden.

Il risultato delle elezioni avrà conseguenze decisive per il decennio – per la democrazia e il progresso globali. I legami transatlantici, le relazioni tra le superpotenze e l’emergenza climatica sono tutti in bilico. Il prossimo presidente stabilirà l’agenda per la lotta contro il Covid-19 e la lotta per la giustizia razziale, l’uguaglianza di genere e l’equa distribuzione della ricchezza.

Si tratta di un’elezione caotica e precaria, intrisa di disinformazione. Staremo a vedere come andrà a finire.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net