mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Passaggio a Nord Ovest” del 7 novembre alle 11.25 su Rai 1: il Museo “Naturalis” in Olanda

Anticipazioni per “Passaggio a Nord Ovest” del 7 novembre alle 11.25 su Rai 1: il Museo “Naturalis” in Olanda

passaggio a nord ovest

Anticipazioni per “Passaggio a Nord Ovest” con Alberto Angela del 7 novembre alle 11.25 su Rai 1: il Museo “Naturalis” in Olanda    

(none)

“Passaggio a nord ovest”, il programma ideato e condotto da Alberto Angela, partirà anche sabato 7 novembre alle 11.25 su Rai1 per una lunga esplorazione in continenti lontani, in remote epoche della storia e ci farà assistere a fenomeni naturali spettacolari.
Alberto Angela guiderà gli spettatori a Leida, in Olanda, nel Museo “Naturalis”, dove è conservata la più grande collezione di ossa di mammut riportate alla luce nel mare del nord da paleontologi trasformatisi in pescatori. Una sorta di “pesca nella preistoria”.
La recente scoperta di una necropoli sacra nella regione di El Caño, a Panama, dove sono stati sepolti i capi guerrieri della cultura Coclé, ha suscitato grande interesse nella comunità scientifica internazionale. Infatti nelle tombe sono state rinvenute centinaia di pezzi in oro, tra cinture, pettorali, monili vari e statuette. Di pregiata fattura, questi reperti testimoniano l’elevato livello culturale della società Coclé.
Un po’ medico, un po’ ingegnere e un po’ filantropo, un medico australiano stanco dello stile di vita occidentale si trasferisce con la moglie su una delle isole dell’arcipelago delle Banks, situate nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico. A bordo di un aereo regalatogli da un amico, il Dottor Mark gira tra un’isola e l’altra per garantire un’assistenza sanitaria, seppur minima e talvolta improvvisata, alle popolazioni locali da sempre tagliate fuori dal resto del mondo.
In Vietnam convivono realtà totalmente diverse tra loro. Accanto a città moderne e invase da macchine e motorini coma la capitale, Hanoi, sopravvivono villaggi sperduti nelle campagne o tra le montagne dove gli abitanti, per sopravvivere, rischiano costantemente la vita facendo lavori molto faticosi e pericolosi.