giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Italia > Napoli, video choc al Cardarelli: paziente sospetto Covid trovato morto in bagno

Napoli, video choc al Cardarelli: paziente sospetto Covid trovato morto in bagno

vincenzo de luca

NAPOLI – Paziente sospetto Covid viene rinvenuto privo di vita nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Immagini choc, che fanno il giro del web, documentando che cosa succede tra le corsie del pronto soccorso. La lunga permanenza dell’uomo in bagno avrebbe insospettito il personale ospedaliero, che ha poi fatto la macabra scoperta. L’uomo era entrato in ospedale con sintomi sospetti Covid. Al momento non sono ancora chiare quale siano le reali cause del decesso. Il direttore generale dell’Azienda sanitaria ha diffuso ieri un comunicato in cui afferma di considerare “deprecabile” la diffusione del video, annunciando di avere in ogni caso avviato una indagine interna per capire che cosa sia successo e per arrivare a fare chiarezza sulle cause del decesso.

“È deprecabile – afferma – che eventi simili siano oggetto di strumentalizzazioni tese a costruire terribili e pericolose suggestioni nell’opinione pubblica”. Proprio per questo, e per “il rispetto dovuto alla sofferenza della famiglia”, la direzione strategica del Cardarelli ha avviato un’indagine interna tesa ad accertare anche chi e in che modo abbia girato e diffuso il video.

“Le immagini del paziente trovato morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono scioccanti”. Così su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “La vita e il diritto alla salute di ogni singolo cittadino sono delle priorità che vanno tutelate sopra ogni cosa. Se non riescono a farlo gli enti territoriali, lo deve fare lo Stato. Ho tenuto il silenzio fino ad ora per rispetto di tutte le istituzioni coinvolte. Ma ora bisogna intervenire immediatamente e bisogna farlo soprattutto al Sud, che rischia di implodere. Io credo che il nostro Governo non debba perdere tempo e debba rispondere, come ha sempre fatto”, aggiunge.

La Campania ad oggi resta zona gialla, ma molti aspetti non sono chiari. Un mese fa, il governatore Vincenzo De Luca chiese il lockdown. E si parla del fatto che il governo sarebbe intenzionato ad inviare in zona l’esercito.

Domani potrebbe esserci la decisione definitiva sull’eventuale spostamento di fascia della regione Campania in zona rossa o arancione. Gli ospedali della regione sono infatti prossimi al collasso, e le scene di persone costrette ad essere curate in automobile proprio per la saturazione dei posti letto hanno fatto il giro del mondo. Tuttavia, mentre per la Calabria è stato rapidamente stabilito il passaggio alla zona rossa, per la Campania, inspiegabilmente, ciò non è accaduto. E per gli italiani è ora più che mai complicato comprendere quali logiche sottendano le scelte del governo.

Lucia Mosca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net