giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per l’Angelus del 16 novembre alle 11.55 su TV 2000: dalla Santa Casa di Loreto

Anticipazioni per l’Angelus del 16 novembre alle 11.55 su TV 2000: dalla Santa Casa di Loreto

Anticipazioni per l’Angelus del 16 novembre alle 11.55 su TV 2000: dalla Santa Casa di Loreto

Tv2000 - Dal 4 febbraio su Tv2000 l'Angelus dalla Santa... | Facebook

Lunedì 16 novembre alle 11.55 su TV 2000 andrà in onda l’appuntamento quotidiano con la preghiera e la recita dell’Angelus dalla Santa Casa di Loreto.

Un nuovo momento di preghiera,  l’Angelus dalla Santa Casa di Loreto. La preghiera mariana viene diffusa in diretta televisiva dalla casa in cui la Madonna visse e ricevette l’annuncio dell’Angelo. Dedicato ai temi dell’ Amoris Laetitia, l’Esortazione Apostolica di Papa Francesco sull’amore nella famiglia, l’Angelus è presieduto dall’ Arcivescovo Prelato di Loreto e Delegato Pontificio per il Santuario Lauretano Monsignor Fabio Dal Cin. Il Santuario di Loreto conserva, secondo un’antica tradizione oggi comprovata dalle ricerche storiche e archeologiche, la casa di Nazareth della Madonna. La dimora terrena di Maria era costituita da due parti: la Grotta scavata nella roccia, tuttora venerata nella basilica dell’Annunciazione a Nazareth, e la camera in muratura composta da tre pareti di pietre poste a chiusura della grotta stessa. Secondo la tradizione le pareti in muratura furono trasportate nel 1294 a Loreto via nave dalla nobile famiglia Angeli. 

Prosegue così l’impegno di TV 2000 nel seguire le celebrazioni officiate in questo periodo così difficile durante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus in atto per l’avvio della Fase 3 della normativa necessaria per salvare il sistema economico del Paese.

La trasmissione televisiva dell’Angelus dalla Santa Casa di Loreto vuole avvicinare i sacramenti ai fedeli, consentendo a tutti di partecipare alla celebrazione, ed affiancandosi alle cerimonie liturgiche che sono riprese nelle parrocchie di tutta Italia pur con le misure di sicurezza tuttora necessarie.