giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Abruzzo > Chieti, S.O.S energia elettrica per più di 130 famiglie nel centro cittadino

Chieti, S.O.S energia elettrica per più di 130 famiglie nel centro cittadino

chieti

Chieti – Il Censorino Teatino al Servizio del Cittadino segnala la protesta per Corso Marrucino, davanti la ex Fondazione Carichieti, da parte di un gruppo di cittadini residenti nelle zone centrali della Città di Chieti, a causa di interruzioni nella fornitura dell’energia elettrica che vanno avanti da pressoché un mese.

In particolare sono coinvolte famiglie residenti nelle seguenti strade del centro cittadino: Via Mater Domini, Via De Lellis, Via Cocco, Via Principessa di Piemonte, Via De Thomasis, Via Cauta, Via Del Giudice, Via Viaggi, Largo Teatro Vecchio, Via Allegranza e i Gradoni di Via Cauta. 

Nella mattinata del 21 novembre 2020, la goccia che ha fatto traboccare il vaso: più di 130 famiglie, anche con bambini e anziani, sono rimaste senza corrente dalle 5.00 di mattina fino alle 12.00 e poi una breve ulteriore interruzione ancora fino alle 14, quindi senza riscaldamento, con frigoriferi ed elettrodomestici spenti che possono subire dei danni dalle frequenti interruzioni di corrente. 

Questi problemi alla fornitura dell’energia elettrica vanno avanti da troppo tempo, così i cittadini, stanchi dei disagi che si verificano e della mancata risoluzione definitiva del problema, nonostante l’impegno degli operai di Enel Distribuzione, hanno deciso di scendere in piazza.

I cittadini “arrabbiati” si sono rivolti più volte alle forze dell’ordine, ai Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Polizia Locale, e finanche alla Protezione Civile, senza risolvere in maniera definitiva il problema.

Dopo il ritorno dell’energia elettrica nelle case alle 12.00 del 21 novembre 2020, si sono messi a lavoro gli operai sia dell’Enel Distribuzione che quelli della fibra che recentemente è stata posizionata nella zona, per vedere se possono esserci dei problemi e risolverli. 

Intanto, i cittadini chiedono al sindaco di Chieti di intervenire affinché si faccia sentire, e si risolva una volta per tutte questo problema. 

Tratto da https://censorinoteatino2013.blogspot.com/2020/11/sos-energia-elettrica-per-piu-di-130.html

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *