venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Marche > Ricetta del giorno: polpette al sugo sfiziose

Ricetta del giorno: polpette al sugo sfiziose

polpette

Ricetta del giorno: polpette al sugo sfiziose

Quello che vi proponiamo oggi è un classico della cucina italiana, lievemente rivisitato. Un piatto buonissimo e adatto ad ogni occasione, che piacerà a tutti, soprattutto ai bambini.

Ingredienti

Impasto:

  • ½ kg di polpa macinata mista
  • 4 fette biscottate
  • 1 uovo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • noce moscata q.b
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 80 g di Certosa Galbani
  • ½ tazza di farina
  • latte q.b.
  • sale
  • pepe

Salsa:

  • 4 grossi pomodori maturi pelati e privati dei semi
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • uno spicchio d’aglio
  • ½ cipolla di tropea
  • 1 foglia di alloro
  • sale
  • pepe

Preparazione delle polpette al sugo sfiziose

Ricetta tratta dal sito della Galbani (https://www.galbani.it/ricette/polpette-al-sugo)

Il sugo sarà realizzato con un’ottima passata di pomodoro e andrà a creare una pietanza di sicuro successo, sempre perfetta da portate in tavola. Vediamo come fare.

Per la salsa

1. Per realizzare le polpette al sugo preparate prima di tutto la salsa: mettete in una capace casseruola l’olio extravergine d’oliva, l’aglio intero e la cipolla tagliata à la julienne.

2. Fate quindi rosolare il tutto finché la cipolla risulterà ben appassita, dopodiché eliminate l’aglio e aggiungete i pomodori spezzettati, l’alloro, il sale e il pepe. Lasciate cuocere la salsa finché non sarà arrivata alla giusta densità. Ci vorranno circa 15 minuti. Spento il fuoco, tenete la salsa da parte e, muniti di una ciotola, dedicatevi a preparare l’impasto.

Per l’impasto

1. A questo punto riducete le fette biscottate in polvere (quando non avete a disposizione le fette potete utilizzare anche pane raffermo badando a impiegare solo la mollica), mettetele dentro una terrina capiente e inumiditele con poco latte tiepido.

2. Lasciatele così riposare per 30 minuti circa. Trascorso il tempo indicato schiacciate le fette biscottate ammorbidite, con l’ausilio di una forchetta. Uniteci poi la carne macinata (se non amate quella mista utilizzatela solo di manzo o di vitello o di maiale), la Certosa, l’uovo, l’aglio e il prezzemolo tritati in precedenza, la noce moscata, il sale e il pepe.

3. Lavorate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Quindi formate con le mani piccoli composti grandi quanto una nespola, schiacciateli leggermente e passateli nella farina.

4. Ora mettete l’olio extra vergine d’oliva in una pirofila e fate rosolare le vostre polpette per 15 minuti a fuoco medio, rigirandole continuamente. Fatele soffriggere per bene.

5. Trascorso il tempo indicato, concludete la cottura delle vostre polpette al sugo versando dentro la pirofila la salsa preparata in precedenza. Ultimate la preparazione facendo cuocere la pietanza a fuoco moderato per 7 minuti. Le polpette al sugo realizzate potranno essere servite sia calde che fredde.

VARIANTI:

Modellate a mano a forma di sfera o di tondo schiacciato, le polpette si cucinano nei modi più svariati: si possono friggere con o senza impanatura, si possono stufare in una miriade di sughi o, ancora, possono essere cotte in forno.

In ogni caso si tratta di ricette che prevedono un’infinità di varianti tutte gustosissime. Sono preparazioni costituite da un impasto di carne trita, che può essere mista o di un unico tipo di carne. Queste delizie culinarie possono essere anche a base di pesce, di verdure o di avanzi cotti e tritati e insaporiti con aglio, conditi con pecorino, parmigiano grattugiato o altro formaggio a scelta. Nel caso si opti per una base di carne, quest’ultima può anche essere insaporita con salsiccia.

Se preferite un gusto più leggero in alternativa alla frittura, potete cuocerle al forno per 40 minuti a 180 gradi, prima di tuffarle nella salsa al pomodoro.

Le polpette hanno tantissime varianti regionali e internazionali. Uscendo dall’Italia, tipicamente greche sono le Keftedhes, delle polpette di carne insaporite con tante erbette aromatiche.

Rifacendosi alla ricetta facile delle polpette al sugo, unite al macinato un ciuffo di basilico, un rametto di menta, un cucchiaio di coriandolo tritato, un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato e un rametto di rosmarino. Poi proseguite con l’uovo, pecorino grattugiato e mollica di pane. Conditele con la polpa di pomodoro per un classico sapore mediterraneo.

Se preferite un piatto vegetariano potete realizzare anche delle gustose polpette di legumi, ad esempio di lenticchie. Queste andranno frullate, una volta cotte, con il pane ammollato nel latte e poi strizzato. Potete seguire la ricetta originale e comunque realizzare un sugo con la polpa di pomodoro per avere polpette vegetali in umido.

Ancora, se volete evitare i secondi di carne potete optare per le polpette di formaggio al sugo, sono comunque molto interessanti e saporite.

Le ricette delle polpette al pomodoro sono tantissime ma, attenzione, non necessariamente il sugo per polpette deve essere di pomodoro; potete optare per tanti sughi sfiziosi: la versione “alla genovese”, per esempio, prevede un sugo fatto a base di cipolle e carote sfumate con il vino bianco.

https://www.galbani.it/ricette/polpette-al-sugo

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *