martedì, Novembre 30, 2021
Home > Abruzzo > Pescara, test abusivi e mancate comunicazioni di positività: le denunce dei Nas

Pescara, test abusivi e mancate comunicazioni di positività: le denunce dei Nas

pescara

Pescara, test abusivi e mancate comunicazioni di positività: le denunce dei Nas

PESCARA – Nell’ambito delle attività di controllo svolte nel periodo di emergenza sanitaria, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il Ministro della Salute, ha svolto specifiche verifiche sulla regolarità delle attività imprenditoriali di prelievo ed analisi diagnostica per la ricerca del virus SARS-CoV-2.

Nel corso dell’ultima settimana sono stati ispezionati 285 aziende e laboratori di analisi, privati e convenzionati, ed altre strutture similari operanti nel commercio e nell’erogazione di test di analisi molecolari, antigeniche e sierologiche finalizzati all’accertamento della eventuale positività al COVID-19.

A Pescara è stato segnalato all’Autorità Sanitaria la legale responsabile di un laboratorio di analisi per aver abusivamente attivato un punto prelievi per tamponi molecolari e rapidi in una tensostruttura allestita in area esterna, non prevista nella planimetria autorizzata. È stata
appurata inoltre l’inosservanza ai protocolli “anti-covid” circa la comunicazione giornaliera alla ASL del numero dei tamponi eseguiti e di quelli risultati positivi, nonché l’adozione delle previste procedure di smaltimento dei tamponi.

Inoltre, a seguito di riscontri svolti in collaborazione con l’ASL nell’area marsicana, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria un medico chirurgo, direttore sanitario di un poliambulatorio della provincia de L’Aquila, per aver omesso di comunicare alla stessa ASL i casi di positività al Covid-19 rilevati nel corso dei test sierologici e antigenici rapidi effettuati sui clienti del laboratorio, impedendo l’attivazione delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net