domenica, Novembre 28, 2021
Home > Mondo > Gran Bretagna, autorizzato il vaccino Pfizer – BioNTech

Gran Bretagna, autorizzato il vaccino Pfizer – BioNTech

coronavirus

Autorizzato in Gran Bretagna il vaccino Pfizer – BioNTech

Il vaccino Pfizer – BioNTech è stato approvato dalle autorità di regolamentazione per l’uso in Gran Bretagna, aprendo la strada per l’inizio delle vaccinazioni di massa.  Lo stesso sarà disponibile già la prossima settimana. Lo ha annunciato il Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale del governo britannico. Secondo il comunicato stampa, il Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione rilascerà presto il suo parere finale sui gruppi prioritari che dovranno ricevere il vaccino.

Il Regno Unito dispone di 40 milioni di dosi del vaccino Pfizer. La notizia arriva dopo che il segretario alla sanità Matt Hancock, venerdì 20 novembre, aveva chiesto di iniziare a valutare il vaccino Pfizer, poiché la società ha presentato domanda di autorizzazione di emergenza negli Stati Uniti.

Pfizer ha affermato che il proprio vaccino è efficace al 95% nella prevenzione del Covid-19 e ha superato i controlli di sicurezza. Il governo ha anche sette milioni di dosi del vaccino Moderna, con ulteriori 100 milioni di dosi ordinate a Oxford per il vaccino AstraZeneca.

La scoperta e lo sviluppo di un vaccino contro la COVID-19 sono gli obiettivi di un vasto sforzo scientifico a livello mondiale, volto alla ricerca e sperimentazione di un prodotto biotecnologico in grado di indurre l’immunità acquisita contro il virus SARS-CoV-2, agente infettivo della malattia del coronavirus 2019 (COVID-19) all’origine della pandemia di COVID-19 iniziata nel 2019.

Ad agosto 2020 è stato registrato un primo vaccino ideato in Russia, chiamato Gam-COVID-Vac, mentre altri 231 candidati erano ancora in fase di sviluppo (sebbene nessuno dei precedenti abbia ancora completato l’iter degli studi clinici che ne dimostrino sicurezza ed efficacia).

Il 18 agosto 2020, sette giorni dopo l’annuncio dalla Russia, anche la Cina approva un vaccino con il nome di Ad5-nCoV, sviluppato da CanSino Biologics, che si basa sulla tecnica del vettore virale, in cui un adenovirus trasporta una versione ricombinata; completate le fasi I e II dei test iniziate nel mese di marzo 2020, da quel momento il vaccino ha dimostrato di indurre una forte risposta immunitaria e di non avere effetti tossici sull’uomo.

In seguito, sono stati almeno 24 i vaccini annunciati o in fase di sperimentazione clinica, sei dei quali hanno iniziato la Fase III e 18 nella Fase I – Fase II.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net