domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film di fantascienza nel pomeriggio in TV: “Lost in Space” domenica 20 dicembre 2020

Il film di fantascienza nel pomeriggio in TV: “Lost in Space” domenica 20 dicembre 2020

film lost in space
Il film di fantascienza nel pomeriggio in TV: “Lost in Space” domenica 20 dicembre 2020 alle 16.05 su Iris (Canale 22)
Lost in Space (film) - Wikipedia
Lost in Space – Perduti nello spazio (Lost in Space) è un film del 1998 diretto da Stephen Hopkins.  Il film, interpretato da William HurtMatt LeBlanc e Gary Oldman, è un adattamento cinematografico della serie televisiva fantascientifica Lost in Space, realizzata dal 1965 al 1968, che vede la famiglia Robinson in lotta per salvare sé stessa e il futuro dell’umanità, dispersa in una zona inesplorata dell’universo. A causa dell’inquinamento atmosferico, nel 2058 il professor John Robinson e la sua famiglia, composta dalla moglie Maureen e dai tre figli, Judy, Penny e Will, vengono scelti per una missione a bordo della Jupiter II. Il loro compito è quello di completare la costruzione di un portale per l’iperspazio in orbita attorno al pianeta Alpha Prime, l’unica speranza per gli abitanti della Terra. La Rivolta Globale, un gruppo terroristico contrario alla missione, riesce però ad assassinare il pilota designato per accompagnare la famiglia Robinson, così il maggiore Don West viene scelto come sostituto. Il dottor Zachary Smith è una spia dei terroristi che riesce a sabotare il robot a bordo della Jupiter prima del lancio. Viene tuttavia tradito dai terroristi stessi che lo lasciano incosciente a bordo del vascello mentre questo viene lanciato, per non lasciare nessun testimone. Poco dopo l’inizio del viaggio, il robot, riprogrammato, si attiva e inizia a distruggere i sistemi della nave per poi dirigersi verso l’equipaggio già in stato di ibernazione. Smith, ripresosi, riesce a svegliare in tempo i Robinson e West che riescono a disattivare il robot. A causa dei danni provocati però, la nave si sta dirigendo in modo incontrollato verso il Sole. Obbligati così ad usare il motore iperspazio senza un portale che ne guidi la traiettoria, finiscono su un pianeta in una regione sconosciuta dell’universo. L’equipaggio scopre poi due navi abbandonate in orbita, la Proteus e un’altra nave, di fattura aliena. Decidono infine di salire a bordo della nave terrestre con l’aiuto del robot, che ora Will può controllare da remoto. Nella Proteus scoprono che la nave stessa proviene da decenni nel futuro e che dai suoi dati di navigazione si può giungere ad Alpha Prime. Mentre è ancora a bordo della nave, il gruppo viene attaccato da creature simili a ragni e, nella fuga, Smith viene ferito da uno di essi mentre il robot rimane danneggiato irreparabilmente, anche se Will riuscirà a salvarne l’intelligenza computerizzata. Ignorando gli ordini di John, West distrugge il vascello per eliminare la minaccia aracnoide facendo schiantare la nave sul pianeta. Le distorsioni grazie alle quali le due navi erano state rilevate permangono anche dopo lo schianto, così Will ipotizza che siano dei portali temporali. Suo padre e West decidono quindi di esplorare una di queste distorsioni dove incontrano una versione futura di Will, il quale rivela loro che, nel suo passato, alcuni ragni erano sopravvissuti e li avevano attaccati uccidendo Maureen, Judy e Penny. Costruita una macchina del tempo, Will intendeva tornare sulla Terra prima del lancio della Jupiter II e impedire che tutto ciò accadesse. Nel frattempo, il Will giovane e Smith entrano a loro volta in un’altra bolla temporale. Smith imbroglia Will facendosi dare la sua arma per ucciderlo, ma viene fermato dalla futura versione di se stesso, il quale si era preso cura di Will da quando aveva perso la sua famiglia ed era stato trasformato da un’infezione alla ferita in una sorta di ragno antropomorfo. Quando John Robinson e West raggiungono Will, quest’ultimo e West tornano nella loro epoca, portando con sé uno Smith ferito, mentre lo Smith del futuro rivela a John di essere stato lui ad aver ucciso la sua famiglia, ma di aver tenuto in vita Will affinché costruisse la macchina del tempo in modo da poter popolare la Terra con una razza di ragni spaziali. John ricorda improvvisamente che i ragni spaziali divorano i loro feriti, così apre uno squarcio nel ventre di Smith e mentre i ragni lo divorano, John lo spinge all’interno del portale temporale uccidendolo. La crescente instabilità del pianeta causata dai portali costringe la Jupiter II a decollare ma non riesce a fuggire in tempo e viene distrutta. John però non era riuscito a salire a bordo e il Will del futuro decide di aiutarlo rimandandolo dalla sua famiglia, da solo poiché non vi è sufficiente energia per entrambi. Quando John si ricongiunge con la sua famiglia, suggerisce a West di usare nuovamente il motore per l’iperspazio. L’idea funziona ma il pianeta implode in un buco nero e la Jupiter è costretta ad usare un’altra volta il motore per sfuggire alla sua gravità. Usando i dati di navigazione della Proteus per definire una potenziale rotta verso Alpha Prime, la nave salta infine nell’iperspazio. Regia di Stephen Hopkins Con: William Hurt, Mimi Rogers, Heather Graham, Matt LeBlanc e Gary Oldman Fonte: WIKIPEDIA