venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Abruzzo > Don Manuel Cepeda, parroco di Assergi: “Tentativi di casta, prelatura autogestita”

Don Manuel Cepeda, parroco di Assergi: “Tentativi di casta, prelatura autogestita”

L’AQUILA – Pubblichiamo stralci della denuncia di Don Manuel Cepeda, Parroco di Assergi che lancia l’allarme su presunti “tentativi di casta ad Assergi, con prelatura autogestita”.


Il parroco parla della situazione che vive e che ritiene stia ledendo il suo ruolo di pastore delle anime, a causa di atteggiamenti di alcuni fedeli di Assergi, che a suo dire lo escluderebbero da alcuni compiti che sarebbero del parroco del paese.

“Quando mi venne conferito l’incarico di pastore della Parrocchia di Assergi – dichiara Don Manuel – sapevo che il compito sarebbe stato tutto in salita e pieno di difficoltà. Ma mai avrei immaginato che mi sarei imbattuto in casi di autogestione della Parrocchia”.

“Alcuni soggetti – continua Don Manuel Cepeda come un fiume in piena – pretendono di amministrare la Parrocchia in autonomia cercando maldestramente di affermare il loro presunto status sociale”.
A tal proposito, si chiede Don Manuel: “Il parroco non ti piace? Il parroco ti è antipatico? Il parroco è di colore? Non c’ė problema, conosco un amico che conosce un parroco e chiamiamo lui a dire messa! Devo sposare? Ce l’ho! Dovrei battezzare? Ce l’ho! Devi cresimare? Ce l’ho! Funerale? Ce l’ho!”.

“Il parroco – conclude Don Manuel Cepeda – care sorelle e cari fratelli, non è un registratore che dice messa e quando finisce se ne deve andare per dare spazio alle caste; Assergi non è una prelatura a se stante!”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net