domenica, Gennaio 17, 2021
Home > Mondo > Coronavirus, la variante britannica continua a diffondersi in tutto il mondo

Coronavirus, la variante britannica continua a diffondersi in tutto il mondo

coronavirus

Coronavirus, la variante britannica continua a diffondersi in tutto il mondo

Più di 30 paesi hanno segnalato casi relativi alla variante britannica del nuovo coronavirus, sollevando i timori di una maggiore diffusione globale del virus, anche se i paesi stanno iniziando a svolgere i programmi di vaccinazione del nuovo anno.

Il Vietnam sabato è stata l’ultima nazione a segnalare un caso, che le autorità hanno rilevato in una donna messa in quarantena dopo un recente viaggio dalla Gran Bretagna. Il Vietnam ha vietato quasi tutti i viaggi internazionali, ma fornisce voli di rimpatrio per i cittadini bloccati in Gran Bretagna.

La Turchia ha segnalato venerdì i suoi primi 15 casi di variante del Regno Unito, trovati in viaggiatori tornati di recente dalla Gran Bretagna, portando le autorità turche a emettere un divieto temporaneo di ingresso. La Turchia, insieme a molti altri paesi, ha sospeso i voli collegati con la Gran Bretagna a fine dicembre.

Gli scienziati affermano che la variante del coronavirus scoperta nel Regno Unito è più trasmissibile ma non fa ammalare le persone. (Il Washington Post).
Almeno tre stati negli USA hanno identificato casi della variante. I funzionari della sanità pubblica, tuttavia, affermano che probabilmente si sta già diffondendo inosservato a causa del sequenziamento genetico limitato del coronavirus negli Stati Uniti.

Nelle ultime settimane, le autorità britanniche hanno imposto rigidi blocchi a milioni di persone poiché la variante, documentata per la prima volta a fine settembre, ha portato a picchi di infezioni. Finora, gli scienziati non ritengono che essa sia più mortale o resistente ai vaccini.

I pediatri nel Regno Unito vedono un aumento dei disturbi alimentari durante la pandemia, mostra un sondaggio

Poiché le infezioni globali continuano a crescere rapidamente, l’Irlanda è recentemente passata dall’avere il tasso di casi pro capite più basso dell’Unione europea a quello in più rapida crescita, ha riferito The Guardian.

“Il virus è assolutamente dilagante ora nella comunità”, ha detto venerdì l’amministratore delegato dei servizi sanitari irlandesi, Paul Reid. “Tutti sono a rischio estremo di contrarre il virus.”

Il 1° gennaio la Gran Bretagna ha riattivato gli ospedali di emergenza e chiuso le scuole primarie di Londra per contrastare la diffusione della variante.

Israele ha fornito il primo di due vaccini contro il coronavirus a oltre 1 milione di cittadini, il tasso più alto al mondo, a partire da fine dicembre. Gli Stati Uniti, al contrario, hanno vaccinato circa 2,8 milioni di persone entro il 30 dicembre, disattendendo di gran lunga la promessa del presidente Trump di vaccinare 20 milioni di persone entro la fine dell’anno.

Nonostante le aspettative diffuse che i vaccini cambieranno le sorti della pandemia, ci vorranno ancora settimane prima che i primi effetti inizino a farsi sentire e mesi prima che i vaccini diventino probabilmente disponibili per la maggior parte delle comunità e dei paesi del mondo, in particolare quelli più poveri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *