martedì, Gennaio 19, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Quarto Grado” dell’8 dicembre alle 21.25 su Rete 4: i casi di Rosina Carsetti, Stefano Ansaldi e Alberto Genovese

Anticipazioni per “Quarto Grado” dell’8 dicembre alle 21.25 su Rete 4: i casi di Rosina Carsetti, Stefano Ansaldi e Alberto Genovese

quarto grado

Anticipazioni per “Quarto Grado” dell’8 dicembre alle 21.25 su Rete 4: i casi di Rosina Carsetti, Stefano Ansaldi e Alberto Genovese

Quarto Grado 2019/2020 | Mediaset Play

Venerdì 8 gennaio, alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri si occupa della morte di Rosina Carsetti, la donna di 78 anni trovata morta alla Vigilia di Natale nella sua villetta a Montecassiano, un piccolo comune a pochi chilometri da Macerata.
Secondo gli avvocati del marito, della figlia e del nipote di Rosina, si tratta di una rapina finita in tragedia, come dimostrerebbero evidenti segni di effrazione. 
Una versione che non convince del tutto gli inquirenti, che continuano a indagare tra i familiari per presunti abusi e maltrattamenti. La signora, infatti, pochi giorni prima di perdere la vita, si era rivolta al centro antiviolenza di Macerata per sfogarsi delle vessazioni familiari e per capire come difendersi legalmente.

Al centro della puntata anche il caso di Stefano Ansaldi, il ginecologo campano di 65 anni, ucciso lo scorso 19 dicembre a Milano, nei pressi della Stazione Centrale. Accanto al corpo della vittima è stata ritrovata l’arma del delitto, un coltello da cucina. Sono molte le piste seguite dagli inquirenti, che stanno setacciando anche il passato del dottore: sono presenti alcune ombre, come la denuncia di una sua paziente per la morte della figlia appena nata o assegni scomparsi e destinati a paradisi fiscali.

Inoltre, aggiornamenti sul caso di Alberto Genovese, l’imprenditore arrestato il 7 novembre scorso, a Milano, con l’accusa di violenza sessuale su una 18enne.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *