mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Jane Eyre” di Franco Zeffirelli domenica 10 gennaio 2021

Il film consigliato stasera in TV: “Jane Eyre” di Franco Zeffirelli domenica 10 gennaio 2021

film jane eyre

Il film consigliato stasera in TV: “Jane Eyre” di Franco Zeffirelli domenica 10 gennaio 2021 alle 21 su Iris (Canale 22)

Jane Eyre (film 1996).png

Jane Eyre è un film del 1996 diretto da Franco Zeffirelli interpretato da Charlotte GainsbourgAnna Paquin e William Hurt.

Il film, coproduzione italianafrancese e britannica, mette in scena l’omonimo romanzo di Charlotte Brontë. Questa versione cinematografica è piuttosto fedele a quella cartacea, sebbene nella seconda parte del copione siano presenti alcuni tagli e cambiamenti.

Jane Eyre, orfana, viene accolta in tenera età dalla famiglia dello zio materno. Questi in punto di morte fa promettere alla moglie, Mrs Reed, di occuparsi della bambina come fosse figlia sua. La donna non sopporta la presenza della nipote e, assieme ai suoi figli la maltratta continuamente. Infine Jane viene cacciata e mandata nel rigido collegio di Lowood. Fra le allieve della scuola, Jane stringe amicizia con la mite Helen Burns la quale però, muore di lì a poco a causa della sua salute cagionevole. Divenuta adulta, Jane viene assunta come istitutrice della piccola Adele Varens, pupilla del signor Edward Rochester, il ricco proprietario della tenuta di Thornfield Hall.

Jane avverte un’affinità con il suo enigmatico datore di lavoro ed inizia a nutrire per lui un sincero affetto senza però accorgersi di essere corrisposta dall’uomo. Questo sentimento sembra però essere ostacolato da un mistero, risate inquietanti, incendi che non hanno spiegazioni ed amici arrivati da luoghi lontani ed esotici si frappongono tra i due protagonisti, fino a quando i sentimenti di Rochester per Jane diventano forti al punto che l’uomo chiede alla ragazza di sposarlo. Durante la cerimonia, irrompe un avvocato il quale dichiara che Rochester è già sposato e che sua moglie è ancora in vita. Il signor Rochester confessa infine la verità: sua moglie vive a Thornfield, segregata poiché malata di mente e violenta. La rivelazione spiega gli strani e misteriosi incidenti accaduti in precedenza.

Jane decide così di lasciare la casa e partire, comprendendo di non poter più restare sotto lo stesso tetto di un uomo che ama ma che è già sposato. Giunta a destinazione dal pastore St. John Rivers, precedentemente conosciuto, la giovane è talmente sconvolta dall’esperienza vissuta che subisce un crollo emotivo. Accolta in casa del pastore e di sua sorella, viene da loro accudita e curata, fino al giorno in cui scopre che uno zio paterno, appena deceduto, l’ha resa unica erede della sua fortuna.

St. John Rivers ha inoltre cominciato a nutrire un sentimento diverso per Jane e le chiede di sposarlo e seguirlo nella sua opera missionaria. Jane, ancora incapace di dimenticare Edward Rochester, rifiuta e capisce che deve tornare a Thornifield Hall per sapere che cosa ne è stato dell’uomo che ama. Una volta arrivata a destinazione però riceve un’amara sorpresa. La casa è in parte cadente in seguito a un incendio avvenuto dopo la sua partenza, e in conseguenza del quale la moglie pazza di Rochester è morta. Anche l’uomo ha subito le conseguenze dell’evento, poiché è rimasto mutilato di una mano e pressoché cieco. Quando Jane lo rivede capisce non solo che il suo amore per lui è immenso, ma anche che non potrà lasciarlo mai più.

I due si sposeranno, avranno un bambino e condurranno una felice esistenza insieme.

Regia di Franco Zeffirelli

Con Charlotte Gainsbourg:, Anna Paquin e William Hurt

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *