mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Lazio > Mercato del Tufello, il Movimento Nazionale Roma: “Operatori del mercato abbandonati”

Mercato del Tufello, il Movimento Nazionale Roma: “Operatori del mercato abbandonati”

mercato del tufello

Mercato del Tufello accerchiato da Rom e rifiuti”. Movimento Nazionale Roma: ”Operatori del mercato abbandonati, la Raggi intervenga subito”


ROMA – Riceviamo dal Movimento Nazionale Roma e pubblichiamo: “Nonostante gli sforzi degli operatori, il mercato del Tufello è abbandonato a se stesso. Circondato da abusivi, rifiuti (spesso carcasse di rifiuti ingombranti) e da Rom che si aggirano tra i banchi per derubare gli eventuali clienti o che si posizionano all’esterno per vendere materiale rubato o raccolto nei cassonetti.

Il tutto avviene senza che l’amministrazione comunale intervenga.A denunciare la cosa, attraverso gli organi di stampa, è il presidente del Mercato Tufello: “Ogni mattina siamo circondati da camper di Rom, usano i nostri bagni per lavarsi, vendono mondezza rubata. Il problema è che molta gente ha paura, perché tra i banchi di frequente spariscono i portafogli dalle borse.”Sul tema interviene anche il Movimento Nazionale, Nucleo di Roma: ”La situazione è davvero allarmante e chi ne paga principalmente le conseguenze sono i commercianti che operano nel mercato. Nonostante gli sforzi degli operatori, che tentano di tenere sotto controllo l’interno, all’esterno è completamente terra di nessuno.

Ogni mattina ci sono banchi improvvisati di Rom che vendono merce rubata o recuperata nei cassonetti. I clienti che si recano al mercato sono terrorizzati dalla possibilità di essere scippati, un problema non nuovo ma che, secondo i residenti, è notevolmente peggiorato. Anche quando, e succede raramente, vengono allontanati dalle forze dell’ordine ritornano indisturbati. All’esterno, vi è una vera e propria discarica soprattutto soprattutto di rifiuti ingombranti, cosa che gli operatori del mercato non sanno come affrontare.

L’AMA non raccoglie quasi niente e questo causa l’accumulo sempre maggiore di rifiuti; si possono trovare, intorno al mercato, materassi, reti, lavandini, bidet, addirittura auto e moto. L’AMA si limita a prelevare solo parte dell’immondizia e lascia in loco il grosso, essendo, a loro dire, che i rifiuti ingombranti non sono di loro competenza; ma in generale, a detta degli operatori, passa raramente a pulire. I clienti sono spesso costretti a superare un percorso ad ostacoli fatto dai rifiuti per poter entrare nel mercato.

Gli operatori, per poter sopravvivere, si occupano spesso di pulire almeno le erbacce intorno al mercato e di tenere al meglio l’interno. Questa situazione è già stata segnalata al III Municipio e al Campidoglio senza, tuttavia, che nessuno faccia nulla. Noi del Movimento Nazionale esprimiamo solidarietà agli operatori del mercato e ai cittadini che vivono nei pressi dello stesso, ed invitiamo il Presidente del III Municipio, nonché la giunta Raggi, a prendere immediati provvedimenti per sistemare l’area e provvedere alla sua pulizia e messa in sicurezza, onde evitare che questo mercato, nel cuore del Tufello, diventi sempre più degradato e affinché gli operatori possano lavorare con serenità, senza doversi preoccupare di pulire la spazzatura di altri. Siamo pronti, fin da subito, a dare il nostro appoggio ad eventuali iniziative di protesta organizzate perché la situazione venga risolta”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *