sabato, Marzo 6, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film thriller stasera in TV: “Corda Tesa” venerdì 15 gennaio 2021

Il film thriller stasera in TV: “Corda Tesa” venerdì 15 gennaio 2021

film corda tesa

Il film thriller stasera in TV: “Corda Tesa” venerdì 15 gennaio 2021 alle 21 su Iris (Canale 22)

Corda tesa.png

Corda tesa (Tightrope) è un film del 1984, diretto da Richard Tuggle con protagonista Clint Eastwood, Geneviève Bujold e Alison Eastwood 

New Orleans una giovane donna torna a casa dalla sua festa di compleanno e viene seguita da un uomo che indossa scarpe da ginnastica con stringhe gialle. Dopo aver lasciato cadere uno dei suoi regali, un ufficiale di polizia si offre di scortarla fino alla porta di casa e la telecamera rivela che il poliziotto indossa le stesse scarpe da ginnastica dello stalker.

Il giorno successivo, il detective della polizia Wes Block, divorziato e padre di Penny e Amanda, mentre sta giocando con le sue figlie raccoglie un cane randagio che si aggiunge ai numerosi randagi che hanno già in casa. Mentre la famiglia si prepara ad andare a una partita dei Saints, Block viene convocato su una scena del crimine dove una giovane donna è stata strangolata nel suo letto. Il suo assassino non ha lasciato impronte digitali, ma ha aspettato nel suo appartamento fino a mezzanotte per ucciderla, fermandosi persino a prepararsi un caffè.

Block viene incaricato delle indagini e visita un bordello dove lavorava la donna dell’omicidio al fine di raccogliere informazioni; qui intervista una prostituta con la quale la vittima avrebbe fatto sesso di gruppo. In quel luogo Block lascia la sua cravatta.

La seconda vittima è ancora una lavoratrice del sesso ed è strangolata in una vasca idromassaggio. Block rintraccia una delle conoscenti di questa nuova vittima e scopre che la poveretta frequentava un poliziotto e che amava essere ammanettata.

Per arrivare alla soluzione, cerca l’aiuto anche di Beryl Thibodeaux, un’attivista in buoni rapporti con il sindaco che organizza dei corsi di autodifesa per donne. Block ha inizialmente un rapporto conflittuale con Beryl.

Mentre Block indaga sulle vittime facendo visita ad un altro bordello, fa sesso con una prostituta. Non si accorge che l’assassino nascosto da una maschera lo osserva nei suoi movimenti e la mattina dopo Block viene chiamato sulla scena di un altro delitto: la terza vittima è proprio la prostituta con cui era stato la sera prima.

L’assassino invia a Block una bambola con un biglietto, che lo indirizza verso un altro bordello. Una volta lì, un’altra prostituta informa Block che un uomo sconosciuto l’ha assunta per essere frustata da Block, quindi lo manda in un bar gay e gli appunta un segnale sulla giacca. Al bar, Block incontra un uomo che è stato assunto dall’assassino per fare sesso con lui per cui Block ordina all’uomo di riscuotere la paga come programmato e organizza un incontro in un magazzino, sperando di catturare l’assassino. All’incontro Block trova l’uomo assassinato.

L’assassino rapisce l’amica della terza vittima e scarica il suo corpo in una fontana pubblica lasciando la cravatta abbandonata di Block su una statua vicina: lo scopo del gesto è di far cadere i sospetti su Block dal momento che le vittime lo hanno incontrato prima di morire. Block e Thibodeaux escono per un secondo appuntamento portando le figlie al Mardi Gras mentre vengono segretamente osservati dall’assassino travestito da partecipante.

I vestiti di una vittima contengono del denaro contante che la polizia associa al libro paga di una fabbrica di birra. Il denaro ha lo stesso residuo di vetro e d’orzo che è spuntato in tutte le scene del crimine. Quando Block va al birrificio per indagare, l’assassino lo osserva durante la sua visita.

Quella notte, l’assassino fa irruzione nella casa di Block, uccidendo la tata e alcuni animali domestici e ammanettando e imbavagliando Amanda. Block sopraggiunge ed ha una colluttazione con l’assassino e viene salvato solo quando uno dei suoi cani sopravvissuti morde ripetutamente l’assassino. Block spara due colpi all’assassino mentre scappa.

Mentre cerca tra i ritagli di notizie, Block si imbatte nel nome di un poliziotto, Leander Rolfe, che aveva arrestato per aver violentato due ragazze. Ulteriori indagini rivelano che Rolfe lavorava nel birrificio; Block e la sua squadra vanno all’appartamento di Rolfe il quale, però, sentendosi braccato, va da Thibodeaux per prenderla in ostaggio. Rendendosi conto di tutto, Block corre a casa della Thibodeaux dove trova Rolfe e lo insegue attraverso un cimitero e in un cortile ferroviario. Durante la loro ultima rissa, finiscono sul percorso di un treno in arrivo.

Regia di Richard Tuggle

Con Clint EastwoodGeneviève Bujold e Alison Eastwood 

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *