sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Italia > Partite Iva, lettera al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio

Partite Iva, lettera al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio

Direttiva Bolkestein

Partite Iva, lettera al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio

Riportiamo la lettera inoltrata dall’On. Eugenio Filograna, ex Senatore della Repubblica Italiana, Pres. di Autonomi e Partite IVA al Presidente della Repubblica – Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio – Giuseppe Conte
a tutte le Amministrazioni Locali: Regioni, Città Metropolitane, Province e Comuni.

“Il Movimento Politico AUTONOMI E PARTITE IVA si rappresenta come un UNICO CORPO SOCIALE di Autonomi, Professionisti, Imprenditori, Aziende e tutti i loro dipendenti. AUTONOMI E PARTITE IVA si è costituito spontaneamente per difendere la LIBERA INIZIATIVA in ITALIA, reperire le risorse finanziarie necessarie alla ripresa ed allo sviluppo economico e cambiare radicalmente le condizioni culturali e politiche nelle quali svolgere le attività.

Servono un’equa tassazione e contribuzione, meno adempimenti urocratici, efficienza della P.A., ed il venir meno del pregiudizio culturale che discrimina ed ostacola ogni Autonomo e Partita IVA. Questi sono gli obbiettivi principali che il Movimento si propone attraverso l’AUTORAPPRESENTANZA POLITICA di Imprenditori, Avvocati, Agricoltori, Commercialisti, Consulenti, Pescatori, Medici e Infermieri, Artigiani, Commercianti, Ambulanti e Fieristi, Agenti di Commercio e Mediatori Finanziari, Artisti e Operatori del mondo dello spettacolo ecc., un esercito di milioni di persone che comprende tutti colori che “appartengono” al mondo produttivo e sono compresi nei codici ATECO, inclusi anche dipendenti e familiari, così come coloro che hanno dovuto chiudere la loro attività o non hanno potuto aprire la loro Partita IVA.

Noi, AUTONOMI E PARTITE IVA siamo il fulcro dell’economia, coloro che producono reddito e PIL, la fonte dalla quale sgorgano tutte le risorse necessarie per i servizi pubblici dello Stato, dalla Sanità alla Sicurezza, dalla
Giustizia all’Istruzione ecc.; da tutto ciò derivano le risorse per tutti i provvedimenti assistenziali ordinari e straordinari, i ristori e la Cassa Integrazione e proprio questo fulcro ora si sta spegnendo perché non riceve il giusto ritorno delle risorse che produce; e non solo in questo momento di emergenza, ma ormai da anni. La situazione è drammatica: le Partite IVA italiane si erano già ridotte da 8 a 5 milioni negli anni precedenti all’emergenza COVID-19 e attualmente stanno continuando a chiudere a centinaia di migliaia.

Se scompare la Partita IVA italiana scompare l’economia dell’intero Paese. Per contrastare questa situazione drammatica, sono necessari strumenti specifici e per questo Noi AUTONOMI E PARTITE IVA chiediamo l’immediata istituzione del MINISTERO DEGLI AUTONOMI E DELLE PARTITE IVA
(a cui vogliamo partecipare) e corrispondenti ASSESSORATI DEGLI AUTONOMI E PARTITE IVA (a cui vogliamo partecipare).
In ogni amministrazione locale, a partire dalle Regioni fino ai Comuni.
Servono urgenti e strutturali provvedimenti, adeguati ed efficaci per salvaguardare il cuore pulsante dell’economia italiana, fatti da addetti ai lavori. Tutto ciò è assolutamente necessario sia per affrontare questa
situazione di emergenza e risanare il bilancio dello Stato, sia per un presente e un futuro migliori”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net