lunedì, Settembre 20, 2021
Home > Marche > “L’azzurro del mare intenso come il cielo”. Il poeta Faure sulla spiaggia di San Benedetto

“L’azzurro del mare intenso come il cielo”. Il poeta Faure sulla spiaggia di San Benedetto

“L’azzurro del mare intenso come il cielo”. Il poeta Faure sulla spiaggia di San Benedetto

San Benedetto del Tronto – Continuiamo la serie di citazioni che poeti e scrittori hanno dedicato a San Benedetto, con un occhio particolare alla spiaggia, il mare e alle “barche dalle vele belle e decorate con figure multicolori” come le definì Andrè Gide nel 1896.

Stavolta è il poeta e scrittore francese Gabriel Faure che deve la sua fama principalmente proprio ai suoi viaggi in Italia tanto da essere definito un italofilo, per l’ammirazione del Belpaese. Uno dei suoi libri edito nel 1929 Visage dell’Italie fu pubblicato con la prefazione a cura di Benito Mussolini.

Nel 1920 in Pèlerinages d’Italie compare il richiamo a San Benedetto:

“…la strada ferrata corre lungo la spiaggia, in mezzo alle cabine ed ai bagnanti distesi sulla sabbia lucente. L’acqua azzurra d’un azzurro intenso che dà riflessi metallici… il vento che viene dal sud-est è tutto impregnato dai profumi dell’antica terra di Grecia. Nelle vele gonfie delle tartane, palpita il levante; gialle o rosse… esse assumono colori più vivi e fiammeggianti su questa  distesa di lapis-lazzuli; alcune portano ancora gli emblemi dei pirati barbareschi”.

Le vele colorate, la sabbia lucente e poi e gli odori trasportati dal vento che ricordano, nientemeno l’atmosfera dell’antica Grecia…  Una certa somiglianza con quel mare lucente e il cielo turchino declamato dalla poetessa cittadina Bice Piacentini.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net