sabato, Febbraio 27, 2021
Home > Italia > Atti persecutori nei confronti della moglie: 40enne in manette

Atti persecutori nei confronti della moglie: 40enne in manette

aquila

Atti persecutori nei confronti della moglie: 40enne in manette

Nella serata di giovedì 21 gennaio, a Pero, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, i Carabinieri della locale Tenenza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano, nei confronti di un 40enne cittadino italiano, in quanto ritenuto responsabile del delitto di atti persecutori.

Il provvedimento cautelare scaturisce da una denuncia presentata nel mese di settembre dalla moglie del prevenuto presso gli uffici della Tenenza di Pero. Nella circostanza, gli operanti hanno potuto raccogliere i primi elementi che andavano sin da subito a delineare un clima di persecuzione ed ingerenza nella vita privata da parte dell’arrestato, il quale con reiterati e diversificati comportamenti, aveva reso di fatto impossibile alla donna la prosecuzione di una vita in comune.

Infatti, le immediate attività d’indagine, coordinate sin dai primissimi istanti dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo il quale, a partire dall’estate 2020, con condotte reiterate, minacciava e molestava la moglie – dalla quale era in fase di separazione – ponendo in essere una serie di condotte persecutorie consistite nel registrare le sue conversazioni, nel pedinarla, nel controllarla mediante l’utilizzo di apparecchi atti allo scopo, nel fare pressioni sui di lei amici al fine di convincerla a tornare insieme a lui, nell’inviarle numerosissimi messaggi e lettere ove le manifestava il suo amore e nel tentare approcci fisici nonostante la ferma opposizione della donna, nel seguirla fino alla Calabria ove la donna trascorreva le vacanze estive e giungendo altresì a minacciarla di morte.

Pertanto, l’uomo, in ottemperanza al suddetto provvedimento, è stato rintracciato, tratto in arresto e sottoposto a regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione di residenza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *