domenica, Marzo 7, 2021
Home > Lazio > Rifiuti, LBC: “Basta slogan, i cittadini hanno bisogno di informazioni corrette”

Rifiuti, LBC: “Basta slogan, i cittadini hanno bisogno di informazioni corrette”

donne e lavoro

Rifiuti, LBC: “Basta slogan, i cittadini hanno bisogno di informazioni corrette per acquisire consapevolezza”. Elettra Ortu La Barbera e Floriana Coletta commentano l’ultima commissione Ambiente e annunciano incontri con i residenti di Borgo San Michele e Borgo Grappa

LATINA – Riceviamo da Latina Bene Comune e pubblichiamo: “Troppo poco ha fatto la politica in passato per proteggere i cittadini e per dare loro la giusta consapevolezza sui temi che li riguardano direttamente. Uno di questi è proprio quello dei rifiuti.

Spiegare bene al cittadino le scelte, parlare in maniera corretta di siti di stoccaggio, di impatto ambientale zero, di valutazioni che ancora devono essere verificate e che il Comune ha richiesto sul sito identificato dalla Provincia, sono le scelte che LBC ha fatto e che farà.

Altri incontri online, nei prossimi giorni, dopo quello con i residenti dei borghi Montello, Bainsizza, Santa Maria e Le Ferriere, saranno organizzati anche con gli abitanti dei borghi San Michele e Grappa.

Maggiore consapevolezza si acquisisce con la conoscenza, grazie ad un dialogo aperto con i cittadini ed anche attraverso un controllo diretto di quello che si sta facendo: questi sono gli strumenti che LBC ha messo in atto.

I facili slogan, l’assenza di proposte per soluzioni alternative, la mancanza totale di oggettività nel riconoscere che la gestione dei rifiuti è una questione che riguarda tutti, sono invece arrivate in commissione Ambiente da quella parte dell’opposizione – Lega, Fratelli d’Italia, Gruppo Misto, consigliera Miele – che evidentemente non ha a cuore la corretta informazione dei cittadini. Questo è un modo di fare molto lontano da noi, che amiamo la politica con al centro la persona e che crediamo sia il tempo di andare oltre la mistificazione della realtà e il pressappochismo, di cui questo genere di opposizione ha fatto bandiera.

Se la responsabilità e il coraggio vengono strumentalizzati e vengono letti con presunti secondi fini politici, significa che il cittadino non viene messo al centro; questo comportamento dimostra la volontà di dividere e di utilizzare le paure dei cittadini come strumento politico. La strumentalizzazione politica, ed in particolare di questo tema, è un errore: la sostenibilità del sistema dei rifiuti è fondamentale e lavorare insieme in questa direzione è veramente l’unica via possibile. L’economia circolare è il modo migliore che abbiamo per preservare il nostro territorio e la gestione pubblica degli impianti è una ulteriore garanzia per i cittadini.

La nostra provincia va considerata come un territorio unico, dove le scelte del singolo ricadono sugli altri; ed è giusto che sia in sede provinciale la decisione finale: i comuni devono dare la loro disponibilità a valutare i siti idonei. Chiudere in un sistema pubblico il ciclo dei rifiuti, come indicato dalla Provincia da tutti i 33 Comuni afferenti rappresentati tra cui anche Latina, è una scelta che chiama tutti noi ad una cittadinanza consapevole. Non è più pensabile conferire i propri rifiuti altrove e sarebbe un grave errore che ci farebbe tornare indietro di 30 anni”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *