martedì, Marzo 9, 2021
Home > Marche > Baiocchi: “Depositi di farmacia dell’ospedale di San Benedetto trasferiti ad Ascoli?”

Baiocchi: “Depositi di farmacia dell’ospedale di San Benedetto trasferiti ad Ascoli?”

baiocchi

Baiocchi: “Depositi di farmacia dell’ospedale di San Benedetto trasferiti ad Ascoli?”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo: “In silenzio, piano piano. Ci giunge notizia che, dal prossimo giugno, i depositi di farmacia e dei magazzini del nostro ospedale dovrebbero essere trasferiti ad Ascoli. Se ciò fosse vero sarebbe l’ennesima dimostrazione che il direttore dell’AV5 Cesare Milani e tutta la direzione considerano il Madonna del Soccorso un’inutile appendice. Se tale notizia fosse confermata, allora nonostante il cambio al timone politico della Regione, qui in AV5 continuerebbe a comandare, incontrastato, l’assetto creato dai soliti personaggi ascolani e offidani, sul quale i nuovi amministratori non hanno ancora messo mano.

Anzi qualcuno, ovviamente malevolo, azzarda ad ipotizzare che taluni dei nuovi sarebbero contenti di questo modo di operare, per lasciare tutto e solo nelle mani dei filo ascolani. Questi segnali indicherebbero che lo smantellamento del Madonna del Soccorso non si è mai fermato, a prescindere all’avvicendarsi tra sinistra e destra. Inoltre ci dicono che negli ultimi giorni della giunta Ceriscioli sarebbe stata realizzata un’indagine di mercato, per valutare l’affitto di un capannone destinato, secondo i piani, ad accogliere tutti i magazzini dell’AV5 nella zona industriale di Ascoli.

Nel caso queste notizie non fossero solo fantasiose dicerie, vorremmo sapere dai sapienti che continuano, ahimè, a gestire la nostra sanità quale sia il criterio tecnico e logico in base al quale si sarebbe stabilito (e chi lo avrebbe firmato, con quale documento operativo) che il nuovo mega deposito debba essere ad Ascoli e non a San Benedetto (ad esempio, zona agro-alimentare o simile) dal momento che la maggior parte dei trasporti avviene per autostrada e quindi perché scaricarli così lontano; vorremmo sapere se, una volta creato questo mega deposito, ci sarà un continuo e dispendioso andirivieni di furgoni da San Benedetto ad Ascoli e ritorno per prelevare le merci necessarie, così come adesso avviene per portare i tamponi Covid da esaminare al laboratorio di Ascoli, perché l’ospedale Covid di San Benedetto non deve farli; infine, come cittadini, chiediamo fortemente di sapere cosa ne sarà della farmacia ospedaliera del Madonna del Soccorso, ossia se farà la fine di altri scomparsi servizi e reparti.

Come Comitato a difesa della sanità costiera chiediamo ad alta voce a tutti i partiti politici, a tutti i candidati sindaci, a tutti i Sindacati locali, di verificare la fondatezza di questa disastrosa possibilità, perché non sappiamo se sia stata partorita da chi vuole creare solo problemi e ostilità. E di assumere, se fosse confermata, una esplicita posizione. Poi nessuno potrà, in futuro, dire: io non sapevo. Soprattutto durante la prossima campagna elettorale”.

               Il presidente del Comitato “Salviamo il Madonna del Soccorso”

                                                                                         Dr. Nicola Baiocchi

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *