giovedì, Marzo 4, 2021
Home > Lazio > Consiglio comunale sull’assessora Lepori, da LBC un rinnovato e pieno sostegno

Consiglio comunale sull’assessora Lepori, da LBC un rinnovato e pieno sostegno

no alla discarica

Consiglio comunale sull’assessora Lepori, da LBC un rinnovato e pieno sostegno. “Attacchi e polemiche strumentali, superato il confine della decenza”

LATINA – Riceviamo e pubblichiamo: Superare il confine della decenza, quando si tratta di opportunità politica, non dovrebbe essere così complicato. La richiesta di convocazione del consiglio comunale sulla presunta posizione dell’azienda di famiglia dell’assessora Simona Lepori dimostra che una parte del vecchio sistema che ha ridotto in ginocchio questa città, non esita a riuscire in imprese negative del genere, pur di gettare fango sul nuovo corso iniziato nel 2016.


Il consiglio comunale può giudicare l’assessora Lepori come vuole e quando vuole, ma solo relativamente alle sue funzioni amministrative e politiche. Non crediamo abbia alcuna voce in capitolo rispetto a presunte irregolarità di pertinenza giuslavoristica che riguardano il Park Hotel.


Dispiace, ancora una volta, vedere che il vecchio sistema di governo non riesce a tirar fuori una proposta e affida le sue fortune ad una macchina del fango. Latina Bene Comune prende le distanze in maniera ferma e netta.


Attacchi e polemiche strumentali, su questo ed altri temi che poco c’entrano con l’attività amministrativa dell’Ente, al posto di proposte per la collettività su cui confrontarci anche aspramente. Una perdita di tempo, pagata dai cittadini, nel momento peggiore della nostra storia dal dopoguerra ad oggi e di cui davvero non si sentiva la necessità. Tutto ciò per attaccare una persona.


Simona Lepori è una imprenditrice stimata in città, che gode della fiducia dei suoi colleghi e da sempre estranea ai giochi di potere che la politica può tendere. Ha scelto di mettersi a disposizione della città, accettando la proposta del Sindaco di impiegare la sua competenza e la sua esperienza come pubblica amministratrice. Lo ha fatto in un momento terribile per il nostro territorio come per il resto del Paese.


Questa vicenda rappresenta quanto di peggio ci si possa aspettare da una certa politica: il “caso Lepori” è un esempio di come lo spirito di servizio per la comunità e la competenza possano rappresentare un pericolo. Il caso Lepori è un esempio, perché tutti comprendano che avvicinarsi alla politica può rappresentare un pericolo. La volontà ultima è allontanare dalla cosa pubblica altre donne e uomini che con le stesse caratteristiche non vogliono veder messa in pericolo la reputazione guadagnata in una vita, con sacrifici e lavoro.


Trasformare un fatto personale in fatto politico non è ammissibile: LBC ribadisce il pieno appoggio all’assessora Lepori e a ciò che rappresenta come amministratrice al servizio della nostra città.

LBC, movimento politico

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *