martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > Il Sindaco di Ovindoli: “fare attenzione perché la montagna è insidiosa”

Il Sindaco di Ovindoli: “fare attenzione perché la montagna è insidiosa”

PARCO SIRENTE – VELINO – Continuano le ricerche degli escursionisti dispersi sul Monte Velino. Importanti soccorsi sono partiti da Ovindoli, località turistica dello sport invernale e del turismo montano estivo. A tal proposito, su questa vicenda che sta tenendo col fiato sospeso tutta l’Italia, abbiamo intervistato il Sindaco di Ovindoli e Consigliere Regionale della Lega Simone Angelosante.

  • Che ruolo ha svolto il Comune di Ovindoli nelle operazioni di ricerca? “Il Comune di Ovindoli ha rivolto una costante attenzione alle operazioni ed è stato puntualmente aggiornato sullo stato delle ricerche. Abbiamo tentato in tutti i modi di dare un sostegno morale agli organi impegnati perché sapevamo del grande e complesso lavoro che stavano svolgendo. In qualità di Sindaco di Ovindoli e di Consigliere Regionale, in questi ultimi giorni, ho avuto un contatto continuo con la famiglia Bartolotti e con il Presidente Marsilio per quel che ha riguardato il trasporto del gatto delle nevi in quota”.
  • Che idea si è fatto di questa tragica vicenda? “Sono giorni molto tristi per tutti. Sono profondamente amareggiato per quel che è accaduto e sinceramente fatico a trovare parole per commentare questa tragedia. Quattro nostri concittadini dispersi da giorni su un monte a cui tutti noi abruzzesi e marsicani ci lega un affetto particolare. Spero, come tutti, nel lavoro dei ricercatori che sta proseguendo con tenacia e determinazione”.
  • Cosa si sente di dire agli escursionisti che decidono di avventurarsi in inverno? “Dico quel che già si dovrebbe sapere: di fare attenzione perché la montagna è molto insidiosa. Si sta lentamente andando verso la primavera e, con gli accumuli di neve provocati dalle nevicate invernali, il rischio di nuove valanghe e slavine aumenta. E chiaro che il mio appello è rivolto anche agli escursionisti che praticano la montagna nel periodo estivo. Ricordate che la montagna è insidiosa in qualsiasi periodo dell’anno”.

Tratto da Discovery Abruzzo Magazine