domenica, Marzo 7, 2021
Home > Italia > Salvini, è quasi sì a Draghi: “La Lega si mette a disposizione”

Salvini, è quasi sì a Draghi: “La Lega si mette a disposizione”

salvini

Salvini, è quasi sì a Draghi: “La Lega si mette a disposizione”

Riportiamo di seguito le dichiarazioni del leader della lega, Matteo Salvini, subito dopo il colloquio avuto con Mario Draghi: “E’ stata una mezz’ora di confronto interessante su temi concreti. Al centro il tema dello sviluppo, delle imprese dei cantieri, che è esattamente quello di cui ha bisogno l’Italia per ripartire. Il Professor Draghi ha posto al centro il tema del turismo. Noi non poniamo condizioni nè veti, su persone, idee e movimenti. In questo momento il bene del Paese deve superare gli interessi partitici. Sintonia con Draghi sul tema dello sviluppo.

L’impegno della Lega è quello di non aumentare alcuna tassa. E di questo abbiamo parlato con il Professor Draghi. Molto tempo tempo lo abbiamo impegnato trattando il tema della crescita. Edilizia e opere pubbliche rivestono da questo punto di vista un ruolo fondamentale. Su questo credo esista una sensibilità comune. Il tutto sempre nel nome della difesa e della tutela dell’ambiente.

Per quanto riguarda la salute degli italiani la priorità è di tutti. Abbiamo poi parlato di Europa, perchè qualcuno prova a dire no alla Lega trattando questo aspetto. Ma abbiamo esposto al Professor Draghi alcuni temi e fatti concreti sul nostro modo di vedere le cose. Abbiamo bisogno di un governo che vada a Bruxelles a testa alta per difendere l’interesse nazionale.

La necessità è quella di tornare a vivere. Questi mesi di chiusure, di Dpcm, di alienzazione, portano a despressione, abuso di droghe, incremento della povertà. Vorremmo che questo governo fosse quello della ripartenza. Speriamo comincino a riaprire negozi, cinema, impianti sportivi, perchè altrimenti sarà non solo un problema economico, ma anche sociale e culturale”.

La prossima settimana si svolgerà un secondo giro di consultazioni, a seguito del quale Salvini dirà eventualmente sì o no al governo Draghi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *