venerdì, Marzo 5, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film commedia dopo pranzo in TV: “30 anni in 1 secondo” domenica 7 febbraio 2021

Il film commedia dopo pranzo in TV: “30 anni in 1 secondo” domenica 7 febbraio 2021

30 anni in 1 secondo

Il film commedia dopo pranzo in TV: “30 anni in 1 secondo” domenica 7 febbraio 2021 alle 15 su Paramount Network (Canale 27)

30 anni in un secondo.jpg

30 anni in 1 secondo (13 Going on 30) è un film del 2004 diretto da Gary Winick. Il film è una commedia romantica fantastica incentrata sul viaggio nel tempo della protagonista, interpretata da Jennifer Garner.

1987. Jenna Rink è una ragazzina insoddisfatta della propria vita. Infatti è sfruttata dalle ragazze del “sestetto”, di cui vorrebbe fare parte, e ha una cotta non corrisposta per Chris Grandy, il ragazzo più carino della scuola. L’unico che le dà conforto è il suo migliore amico Matt Flamhaff, impacciato, allegro, appassionato di fotografia e segretamente innamorato di Jenna.

Il giorno in cui compie 13 anni Jenna invita il “sestetto” a casa sua per una festa, ma la capobanda Lucy “Tom-Tom” Wyman le dice che né Chris Grandy né loro sei possono venire perché devono ancora scrivere una tesina per la scuola. Jenna, felice alla notizia che anche Chris voglia andare a casa sua, promette di scrivere le tesine per tutti loro, così che abbiano tempo per la festa.

Il pomeriggio, prima che arrivino gli invitati, Matt dà all’amica il suo regalo di compleanno: la casa di Barbie che ha sempre voluto da bambina, ma arredata come casa di Jenna. Sparge poi della “polvere magica dei desideri” sul tetto della casa. All’arrivo del sestetto, Tom-Tom propone a Jenna di giocare a “sette minuti in paradiso”. Mentre, nello stanzino, la festeggiata aspetta bendata che arrivi il ragazzo per cui ha una cotta, le ragazze e i loro amici se ne vanno con il cibo e le tesine scritte da Jenna. Quando Matt apre la porta dello sgabuzzino e ci trova Jenna prova a baciarla ma lei, accorgendosi di essere stata presa in giro, lo spinge via e si rinchiude nello stanzino, piangendo e desiderando di essere una trentenne “vincente e seducente”, mentre la polvere magica di Matt si sparge su di lei cadendo dalla casa delle bambole.

Così, la mattina seguente, Jenna si sveglia in un lussuoso appartamento di New York con il corpo di una bella trentenne. Il suo sogno si è avverato: è il 2004 e Jenna, all’inizio sconvolta e sconcertata – in particolare dall’uomo nudo nella sua doccia -, capisce che sono trascorsi 17 anni senza che lei ricordi nulla di quanto accaduto dopo aver espresso il desiderio.

Jenna scopre di essere, insieme alla migliore amica Lucy (Tom-Tom), la caporedattrice della sua rivista preferita Poise. Ma l’azienda è in crisi, costantemente in ombra della rivale Sparkle che, probabilmente grazie ad un infiltrato a Poise, gli copia tutti gli scoop. Jenna, mentalmente rimasta la tredicenne del giorno prima, sempre confusa e impaurita, vuole solo trovare il suo migliore amico Matty.

Ottenuto l’indirizzo, bussa alla porta dell’amico, ormai adulto, e oltre a scoprire che Matt si paga da vivere facendo il fotografo, nota che ora lui le parla in modo molto distaccato. Infatti le dice di non poterla aiutare a ricordare la sua vita perché sono anni che loro due non sono più amici. Così Jenna, grazie all’album del liceo, capisce di aver ottenuto tutto ciò che desiderava (era diventata la capobanda del sestetto e la ragazza di Chris Grandy), e comincia a godersi il suo nuovo presente, tra tantissimi bei vestiti e una nuova libertà, facendo anche amicizia con la sua vicina di casa di 13 anni.

Vivendo la sua attuale vita da trentenne di successo, però, si rende presto conto di essere diventata una persona spregevole: tradisce il suo ragazzo con il marito di una collega, non vuole più avere contatti con i genitori, tratta male i suoi colleghi, rubando le loro idee e licenziandoli, e anche la sua presunta amica Lucy la odia.

Dopo aver saputo da Matt, l’unico suo vero amico, di essersi comportata malissimo anche con lui, ignorandolo non appena entrata a far parte del sestetto, Jenna si rifugia nella sua vecchia casa nel New Jersey, dove vivono i genitori, e si chiude nello stanzino a piangere, esattamente come nel giorno del suo tredicesimo compleanno. I suoi genitori la trovano e la confortano e Jenna, grazie ai consigli della madre, decide di poter ancora cambiare la sua vita e torna a New York.

Qui fa rinascere la sua amicizia con Matt, assumendolo per le fotografie del suo nuovo progetto per far risollevare Poise dalla crisi. Nonostante lui abbia una fidanzata a Chicago, Wendy, e si stia per sposare tra poche settimane, Jenna e Matt passano felicemente molto tempo insieme e finiscono per innamorarsi.

Il progetto e le foto riscuotono successo tra i colleghi e il capo di Jenna, ma Lucy, scoperto che la causa del successo di Sparkle erano proprio delle lettere spedite in segreto da Jenna, manda a monte il suo progetto vendendolo all’azienda nemica in cambio di un incarico migliore.

Jenna è disperata, il piano per la rivista è fallito e il suo migliore amico di cui è innamorata si sta per sposare. Per cercare di parlare con Matt, decide di raggiungerlo anche se si sta preparando per il matrimonio. Piomba a casa sua, ma è troppo tardi anche se Matt le dice di essere sempre stato innamorato di lei e di esserlo ancora. Jenna, piangendo, esce dalla stanza e si rifugia dietro la casa desiderando di poter tornare a 13 anni per riparare quello che ora non è più riparabile. Dalla vecchia casa di bambole, che Matt ancora conservava, si sparge un po’ della polvere magica che vi era rimasta e così, magicamente, Jenna ritorna ai suoi 13 anni, chiusa dentro lo stanzino. Questa volta, quando Matt apre la porta, invece di spingerlo via, lo bacia. Poi insulta Tom-Tom, riprendendosi la tesina e uscendo dalla casa mano nella mano con il suo migliore amico.

Un’ellissi ci mostra quindi com’è diventata la vita di Jenna trentenne ora che ha cambiato la propria storia: con Matt ha messo su una vera casa, uguale a quella delle bambole, nella quale vivere insieme, sposati.

Regia di Gary Winick

Con: Jennifer Garner

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *