giovedì, Marzo 4, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man 2” venerdì 19 febbraio 2021

Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man 2” venerdì 19 febbraio 2021

film spider-man 2
Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man 2” venerdì 19 febbraio 2021 alle 21:30 su TV 8  Spiderman2scena.png Spider-Man 2 è un film del 2004 diretto da Sam Raimisequel del precedente Spider-Man. Basato sui fumetti dell’Uomo Ragno, creati da Stan Lee e Steve Ditko e pubblicati dalla Marvel Comics, il film prosegue la storia di Peter Parker, interpretato da Tobey Maguire, ragazzo che ha acquisito dei superpoteri dal morso di un ragno geneticamente modificato, che non riesce a conciliare bene la sua vita privata con i suoi doveri di Spider-Man. Contemporaneamente a questi problemi, Peter deve far fronte ad una nuova, temibile minaccia: quella del Dottor Octopus, scienziato geniale a cui si attaccano quattro tentacoli meccanici senzienti alla schiena a causa di un esperimento fallito. Nel tentativo di replicate il sopracitato esperimento, Octopus inizierà a seminare il terrore in giro per la città e toccherà a Spider-Man fermarlo. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti Alfred MolinaKirsten Dunst e James Franco, rispettivamente nei ruoli del villain Otto Octavius / Dottor Octopus, di Mary Jane Watson e di Harry Osborn. È considerato da molti critici e fan dell’Uomo Ragno come uno dei migliori film sui supereroi di tutti i tempi ed il migliore dedicato a Spider-Man mai realizzato.[1][2][3][4][5] La trama che ispirò il film deriva dalla storia Mai più Spider-Man!, pubblicata sul numero 50 della testata The Amazing Spider-Man, in cui l’eroe decide di abbandonare il costume di Spider-Man e tornare a una vita normale.[6] Il film uscì nelle sale negli Stati Uniti il 30 giugno 2004, mentre nelle sale italiane uscì il 16 settembre 2004. Venne anche distribuito in IMAX. Alla sua uscita ottenne recensioni molto positive e un incasso globale di 783 milioni di dollari. Inoltre fu l’unico film della saga a vincere un Premio Oscar, per la categoria dei migliori effetti speciali. Peter Parker ha delle difficoltà nel bilanciare il tempo dedicato alla lotta contro il crimine nei panni di Spider-Man con la sua vita da normale studente universitario. Il suo professore, Curt Connors, è deluso dal suo scarso impegno, e nota che Peter è sempre in ritardo alle lezioni e sembra sempre stanco. Da quando si è trasferito nel centro di New York, inoltre, Peter vive anche una vita solitaria, essendosi distaccato da Mary Jane, e allontanato dal migliore amico Harry Osborn, il quale ha giurato vendetta a Spider-Man credendolo l’omicida di suo padre Norman Osborn, che a sua insaputa si è ucciso da solo cercando di uccidere l’eroe nei panni del supercriminale Goblin. A complicare ulteriormente le cose, Peter scopre che sua zia May sta affrontando un processo di esecuzione. Harry, che ha sostituito suo padre a capo della Oscorp, sta intanto finanziando il geniale fisico Otto Octavius nelle sue ricerche sulla fusione a freddo; grazie all’ultima possibilità concessagli da Connors, che è comunque impressionato dal talento del giovane Parker, Peter lo conosce di persona e ottiene la sua ammirazione grazie alla sua mente brillante. Durante una dimostrazione pubblica, alla quale assiste anche Peter, Octavius adopera un esoscheletro dotato di quattro tentacoli meccanici collegati tramite un complesso sistema neurale alla sua mente, in modo da agire direttamente sul nucleo energetico. Purtroppo un picco di tensione manda il macchinario fuori controllo. Octavius rifiuta però di interrompere l’esperimento, causando un terribile incidente nel quale sua moglie Rosy perde la vita ed egli rimane prigioniero dei quattro tentacoli meccanici, ora saldati alla sua schiena. Spider-Man riesce a spegnere tutte le apparecchiature per evitare altri danni. Octavius, privo di sensi, viene portato in un ambulatorio per rimuovere i tentacoli meccanici dal suo corpo, ma dal momento che l’incidente ha danneggiato il sistema di controllo della loro intelligenza artificiale, i tentacoli si attivano e uccidono tutta l’equipe medica. Lo scienziato si risveglia e, inorridito dalla carneficina, fugge dall’ospedale per poi nascondersi in una palafitta abbandonata nel porto di Manhattan. Nel giro di poco tempo i tentacoli meccanici, irremovibili e non più tenuti a freno, iniziano a soggiogare il cervello di Octavius grazie alla loro avanzatissima intelligenza artificiale, convincendolo di ripetere l’esperimento. Etichettato dal Daily Bugle con il nome di “Dottor Octopus” (o “Doc Ock”), Octavius si reca in una banca con l’intenzione di rubare dei soldi per finanziare nuovamente l’esperimento. Peter, che si trovava nella banca con zia May, indossa i panni di Spider-Man e affronta il criminale, riuscendo a salvare la zia; nonostante ciò, Octavius fugge con il denaro che gli serviva. Nel frattempo Mary Jane, che sta tentando con scarso successo di diventare attrice di teatro, vista anche l’indecisione di Peter a impegnarsi sentimentalmente con lei, accetta la proposta di matrimonio del suo fidanzato John Jameson, astronauta e figlio di J. Jonah Jameson, il direttore del Daily Bugle. Peter nota alcuni problemi nei suoi superpoteri. Essendo sottoposto a continui stress emotivi, poco alla volta i poteri di ragno iniziano a scomparire: non si arrampica più sui muri e le ragnatele non escono più dai suoi polsi. Persa la fiducia in se stesso e desideroso di avere di nuovo una vita normale, Peter rinuncia all’identità segreta, getta il costume di Spider-Man nella spazzatura e torna a vivere una vita più rilassata: arriva in orario all’università, migliora negli studi e si riposa di più. Trova anche il coraggio di confidare a zia May la verità sulla morte dello zio Ben, e di come non abbia fermato l’omicida quando ne aveva l’occasione, facendo star male l’anziana donna. Ben presto, Peter si accorge che la mancanza di Spider-Man ha portato ad un incremento della criminalità, e che la gente comune si chiede dove sia finito l’eroe. Pur a disagio, Peter continua a rinnegare il proprio passato, rifiutandosi di intervenire per fermare la criminalità. Nel frattempo, uno spazzino trova il suo vecchio costume e lo porta al Daily Bugle. Jameson, che si prende il merito della sua scomparsa, lo appende sul muro come un trofeo. Il Dottor Octopus stringe un patto con Harry Osborn: questi gli fornirà il tritio, rarissimo minerale necessario all’esperimento, ma in cambio Octopus dovrà consegnargli Spider-Man. Harry, accecato dalla vendetta, rivela all’incontrollabile scienziato che Peter, essendo il miglior fotografo dell’Uomo Ragno della città, è la chiave per trovarlo. Peter riesce nel frattempo ad andare a vedere Mary Jane a teatro. Così facendo fa felice la ragazza, ma successivamente scopre con rammarico che lei ha comunque intenzione di sposarsi con John Jameson. Il giorno dopo, Peter va a trovare zia May che, pressata dalla banca, è costretta a traslocare. Mentre si fa aiutare, May rivela a Peter di essere contenta che Peter, conscio di aver sbagliato a non fermare il ladro che uccise Zio Ben, le abbia detto la verità, e gli spiega come ognuno debba sempre anteporre la propria responsabilità alle aspirazioni personali. La sera stessa, mentre torna verso casa, Peter si imbatte in un incendio ad una palazzina, in cui è rimasta intrappolata una bambina: il ragazzo fa per allontanarsi, ma capendo quale sia il suo dovere entra nell’edificio e, senza alcun super potere, salva la bambina rischiando la vita. Il giorno dopo, Peter dà appuntamento a Mary Jane in un bar, deciso a rivelarle la sua identità segreta. Tuttavia, prima che possa farlo vengono attaccati dal Dottor Octopus, che rapisce Mary Jane intimando a Peter di convincere Spider-Man ad incontrarlo. Peter decide così di tornare in azione: grazie alla sicurezza nuovamente raggiunta, riacquista i propri poteri e, recuperato il costume nell’ufficio di Jameson, va ad affrontare Octopus. I due hanno un lungo combattimento che si protrae su un treno della linea R. Il supercriminale manomette i freni del vagone e scende, lasciando Spider-Man e i passeggeri ad andare a tutta velocità verso un binario morto (rischiando così di precipitare). L’Uomo Ragno, usando tutte le sue risorse, riesce a bloccare il treno prima che sia troppo tardi ma, esausto per lo sforzo, sviene. Quando si riprende, Peter si accorge di non avere la maschera, ma i passeggeri del vagone, grati del suo gesto eroico, gli rendono la maschera e promettono di non dire a nessuno della sua vera identità. Proprio allora ritorna Octopus, che allontana i civili e cattura lo stremato Uomo Ragno. Dopo aver consegnato il tritio al dottore ed essere rimasto solo con Spider-Man, Harry lo smaschera, scoprendo con sgomento che il supereroe è Peter. Lo lascia andare, non avendo il coraggio di uccidere l’amico. Nel frattempo, Mary Jane è ancora ostaggio del Dottor Octopus, il quale ha ricostruito il suo macchinario, alimentandolo però con una maggior quantità di tritio. Come la prima volta, il sistema va fuori controllo e il nucleo energetico raggiunge il punto di autosufficienza, trasformandosi in un piccolo sole e mettendo a repentaglio la sicurezza dell’intera città. Spider-Man arriva appena in tempo per evitare il disastro e salva la ragazza e, dopo una breve battaglia, sconfigge Octopus, mettendone i tentacoli fuori uso. Resosi finalmente conto di essere sempre stato manipolato dalla personalità inumana del suo stesso esoscheletro, Octavius riesce a riacquistarne il controllo e decide di rimediare al suo errore: distrugge il suo stesso macchinario e lo fa cadere nel fiume Hudson, le cui acque raffreddano il nucleo e lo disattivano. Nel farlo, però, lo scienziato viene trascinato sul fondo del fiume e annega. Mary Jane apprende la vera identità di Spider-Man e i sentimenti che quest’ultimo prova per lei, e capisce anche perché Peter non voleva fidanzarsi con lei. Harry, rimasto solo nel suo attico, ha una visione di suo padre Norman, che gli ordina di assassinare Peter. Harry si rifiuta, e nella sua furia rompe accidentalmente uno specchio, scoprendo un passaggio segreto che lo conduce nel covo del Goblin. Nel finale, poco prima dell’inizio della cerimonia del matrimonio, Mary Jane capisce che Peter è colui che ama veramente e scappa dalla cerimonia per ricongiungersi con lui nel suo appartamento.
Regia di Sam Raimi
Con: Tobey Maguire,  Alfred MolinaKirsten Dunst e James Franco. Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *