lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Italia > Lutto nel mondo della musica e del clubbing: addio al dj italiano Claudio Coccoluto

Lutto nel mondo della musica e del clubbing: addio al dj italiano Claudio Coccoluto

lutto nel mondo

Lutto nel mondo della musica e del clubbing: addio al dj italiano Claudio Coccoluto

CASSINO – Si è spento questa mattina, alle 4:30, presso la sua abitazione, tra il calore della propria famiglia, il dj italiano noto in tutto il mondo, Claudio Coccoluto (59 anni).

Da un anno lottava contro una malattia, che purtroppo non gli ha lasciato scampo.

Originario di Gaeta, Claudio Coccoluto, a soli 13 anni, si appassiona alla musica, grazie ad un giradischi presente nel negozio di elettrodomestici del padre.

Con il tempo, il suo hobby diventa una vera e propria professione e nel 1978 fa il suo esordio a Radio Andromeda, la prima emittente privata di Gaeta.

Il successo prosegue e, negli anni ottanta, Claudio Coccoluto entra, come dj nel mondo del clubbing, facendo ballare, per 40 anni, milioni di persone, sia in Italia che all’estero.

La prima persona a rendere omaggio al dj è il socio Giancarlo Battafarano, in arte Giancarlino, con cui avevano fondato il Goa di Roma, che attraverso i social afferma:

“Se ne va il maestro più grande e l’amico di sempre. Ha dato cultura alla musica nei club come dj e artista fuori dal coro. Sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me”.

Oltre al socio Giancarlino, sono tante le persone che ricordano con affetto il dj Claudio Coccoluto, come ad esempio il politico ed attivista, Marco Cappato che su Twitter scrive:

“Claudio Coccoluto ci ha fatto danzare e vivere, è stato gioia spensierata e impegno civile. L’ultima volta lo ricordo nella piazza di Piergiorgio Welby, al concerto per essere liberi fino alla fine. Come lui”.

Toccanti le parole dell’attore e conduttore televisivo, Gabriele Corsi, che sempre attraverso i social ricorda Claudio Coccoluto con questo episodio:

“Aspettavo Margherita, la mia prima figlia. Mi hai detto:”Quando ti nasce un figlio cambiano i colori”. Non me lo dimenticherò mai. Poesia. Ciao Claudio”.

Tra i vari messaggi di cordoglio, anche quello del giornalista Gianluca Abate, che sempre su Twitter scrive:

“A Claudio, che a 13 anni sentì Maga Maghella nel negozio di elettrodomestici del papà e da allora decise di far ballare intere generazioni. Grazie dell’allegria che ci hai regalato, Cocco…”.

I funerali del dj, Claudio Coccoluto saranno officiati domani, mercoledì 3 marzo, a Roma, presso la Chiesa di Santa Maria in Montesanto.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net