venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Abruzzo > Penna Sant’Andrea, in 8mila persone per i funerali di Piero Gatti: collegati da tutta Italia in videoconferenza

Penna Sant’Andrea, in 8mila persone per i funerali di Piero Gatti: collegati da tutta Italia in videoconferenza

penna

Penna Sant’Andrea, in 8mila persone per i funerali di Piero Gatti: collegati da tutta Italia in videoconferenza. Su Zoom e YouTube una folla di testimoni di Geova (e non) per ricordare tutta una vita spesa per gli altri

Penna Sant’Andrea (TE) – Ottomila persone collegate in videoconferenza da tutta Italia hanno partecipato domenica scorsa, 28 febbraio, ai funerali del novantasettenne Piero Gatti: dal secondo dopoguerra una voce significativa nella storia della religione dei Testimoni di Geova in Italia. Originario della provincia di Como ma residente a Penna Sant’Andrea (TE), nella sua lunga vita Piero Gatti aveva assistito alla straordinaria crescita dei Testimoni di Geova nel nostro Paese: da circa 150 fedeli nel secondo dopoguerra agli oltre 250.000 fedeli di oggi.

La partecipazione alla celebrazione funebre è stata clamorosa in questo tempo di COVID dove per rispetto delle regole, ma soprattutto per amore della nostra vita e di quella degli altri, diverse attività sono più complicate del solito, se non (giustamente) vietate. I Testimoni di Geova hanno dimostrato che è possibile conciliare affetto e solidarietà con il rispetto delle regole: da quando il COVID ha cominciato a mietere vittime, le Sale del Regno e le Sale delle Assemblee – i luoghi di culto dei Testimoni – sono state chiuse, ma la vita comunitaria non si è mai interrotta. Nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Salute, i Testimoni hanno infatti utilizzato al massimo quello che poteva mettere a loro disposizione la moderna tecnologia. Grazie a piattaforme come Zoom, hanno prontamente organizzato in videoconferenza tutti i loro appuntamenti religiosi.

In questi mesi di chiusura, sono stati molti i media che hanno riportato con curiosità mista a stupore il “fenomeno” (come alcuni giornalisti lo hanno definito) dei molti funerali di Testimoni seguiti in videoconferenza da diverse centinaia di persone. Come è successo domenica scorsa per il funerale di Piero Gatti, questa volta però con migliaia di presenti collegati. La tecnologia ha reso possibile tutto questo: un omaggio corale alla memoria di un testimone di Geova apprezzato e amato da tutti, un uomo conosciuto per il bene fatto al prossimo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *