domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Porto Sant’Elpidio, ladro seriale rintracciato e denunciato

Porto Sant’Elpidio, ladro seriale rintracciato e denunciato

VITERBO

Porto Sant’Elpidio, ladro seriale rintracciato e denunciato

PORTO SANT’ELPIDIO – Una serie di furti nella notte del 10 marzo a Porto Sant’Elpidio, quattro gli esercizi commerciali colpiti e danneggiati dai quali sono state sottratte poche merci e limitate somme di denaro ma che hanno subìto, dall’ignoto autore, rilevanti danni materiali.

La razzia ha avuto come obiettivi due negozi di prodotti alimentari, una tabaccheria ed una farmacia.

Ma ricostruiamo con ordine gli eventi.

Verso le ore 4 della mattina, una telefonata al 113 della Questura da parte di una guardia giurata che ha segnalato l’effrazione di un porta di accesso ad un supermercato.

Immediato l’intervento della Volante della Polizia di Stato gli operatori della quale  hanno visionato le immagini dell’impianto di videosorveglianza rilevando che pochi minuti prima un soggetto non identificabile, poiché travisato da una felpa con cappuccio, un cappellino nero e da una mascherina scura, utilizzando un palo in metallo aveva divelto l’accesso introducendosi nell’esercizio commerciale e, con un arnese da scasso, aveva forzato le casse, raccogliendo poche banconote di piccolo taglio più qualche moneta e successivamente aveva asportato alcuni dolciumi per poi darsi a precipitosa fuga.

Unico elemento utile per le indagini dei poliziotti, l’abbigliamento indossato, felpa, pantaloni e scarpe, attentamente memorizzati dagli operatori per attivare le ricerche del responsabile.

Subito dopo, una ulteriore segnalazione di furti consumati.

Un soggetto, dopo aver forzato la porta di ingresso, aveva depredato un altro negozio di generi alimentari, asportando alcune monete dalla cassa e della frutta per poi dileguarsi nelle strade di Porto Sant’Elpidio.

Nell’allontanarsi aveva danneggiato un distributore automatico di sigarette, distruggendone il vetro, per tentare di rubare alcuni pacchetti, senza tuttavia riuscirvi.

Quindi triplo intervento della Volante per verificare, con l’aiuto della Polizia Scientifica intervenuta sul posto, la presenza di ulteriori elementi utili ad identificare il responsabile della razzia.

Di seguito, ancora una segnalazione di furto consumato, ai danni di una farmacia ubicata nelle immediate vicinanze; una cittadina, che aveva sentito dei forti rumori provenire dall’esercizio commerciale, aveva visto dalla finestra un soggetto con in mano un arnese da scasso che si allontanava correndo.

Dell’autore del furto, la testimone ha fornito importanti elementi per la sua identificazione ed in particolare sull’abbigliamento indossato che corrispondeva a quello rilevato sul soggetto che aveva perpetrato il primo furto.

Nella farmacia depredata, per accedere alla quale il ladro ha infranto la vetrina dopo aver tentato, senza successo, di farvi ingresso da una porta laterale sui quali sono stati riscontrati evidenti segni di forzatura, sono stati asportati, dal bancone, alcuni prodotti in esposizione e la cassa.

Immediate sono scattate le ricerche della Volante della Questura che ha perlustrato ogni strada corrispondente con la via di fuga segnalata dalla testimone, verso sud.

Circa dopo mezz’ora, un giovane ventenne, vestito con abiti corrispondenti, è stato rintracciato e fermato dagli operatori e sottoposto a perquisizione per la ricerca di arnesi atto allo scasso.

È stato trovato in possesso di due grossi cacciaviti e un paio di forbici utilizzati per forzare gli accessi dei negozi oltre ad alcuni dolci depredati nel primo negozio razziato ed alcune confezioni di gel intimo sottratti nella farmacia, che sono stati sottoposti a sequestro.

Il giovane è stato accompagnato in Questura dove è stato fotosegnalato. A suo carico numerosi precedenti per reati contro la persona, per spaccio di stupefacenti e contro il patrimonio analoghi a quelli commessi in quella notte.

In base a tutti gli elementi raccolti fino a quel momento dagli operatori della Volante, il ventenne ha dovuto ammettere la propria responsabilità per la serie di razzie per le quali è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di furto aggravato continuato e di porto di arnesi atti allo scasso.

Nella mattina di ieri i titolari degli esercizi commerciali hanno presentato le denunce di furto presso la Questura e la Stazione dell’Arma dei Carabinieri di quel comune mentre nella tarda mattina di ieri il personale della Volante ha rinvenuto, in quella Via Milano, la cassa sottratta alla farmacia.

I conti finali evidenziano un “bottino” di complessivamente circa 70 euro, alcuni prodotti alimentari e di farmacia, ma certamente maggiori sono i danni materiali subìti dagli esercizi depredati.

Ma ancora una volta la collaborazione dei cittadini con la Polizia di Stato, la segnalazione immediata della guardia giurata e le informazioni fornite dalla testimone, hanno consentito di assicurare alla giustizia un altro ladro seriale che ha colpito, in un limitato arco temporale, quattro attività economiche.

La celerità delle informazioni è fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e per consentire l’immediato intervento professionale della Volante della Questura per individuare gli autori dei reati con risultati positivi, come in questo caso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net