martedì, Aprile 20, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film storico a pranzo in TV: “Il barbiere di Siberia” domenica 14 marzo 2021

Il film storico a pranzo in TV: “Il barbiere di Siberia” domenica 14 marzo 2021

il barbiere di siberia

Il film storico a pranzo in TV: “Il barbiere di Siberia” domenica 14 marzo 2021 alle 12 su Iris (Canale 22)

Il barbiere di Sibеria.png

Il barbiere di Siberia (Сибирский цирюльник) è un film del 1998 diretto da Nikita Sergeevič Michalkov con Julia Ormond, Richard Harris e Oleg Menšikov. Fu presentato fuori concorso al 52º Festival di Cannes.[1]

La vicenda parte in America nel 1905, Jane Callahan scrive una lettera indirizzata al figlio cadetto studente in una accademia militare. In questa lettera la signora rievoca i ricordi dei fatti avvenuti in Russia venti anni prima.

In passato Jane Callahan era stata a Mosca sotto le mentite spoglie di figlia di Douglas McCraken, un ingegnere statunitense, dopo aver stipulato un contratto con quest’ultimo che prevedeva il fatto di convincere, puntando sulle proprie grazie, il generale Radlov a finanziare l’invenzione di McCraken denominato “Il barbiere di Siberia”: una macchina per tagliare gli alberi in Siberia. Durante questo viaggio l’avvenente Jane conosce sul treno Andrej Tolstoi, un cadetto molto promettente di una scuola militare russa, che si innamora di lei. Anche lei si innamora di lui, decide di rivelargli la sua vera identità, gli racconta del suo turpe passato e cosa è realmente venuta a fare in Russia.

Purtroppo per Jane anche il generale Radlov, l’uomo che la ragazza doveva convincere a finanziare i progetti del finto padre, si innamora perdutamente di lei e vuole chiederla in sposa. In un eccesso di gelosia, durante uno spettacolo accademico: “Le nozze di Figaro” nel quale aveva la parte di Figaro, Tolstoi colpisce il generale, venendo spedito in Siberia per scontare la pena di sette anni di galera, più 5 di esilio, con l’accusa di avere tentato di uccidere l’arciduca presente in sala. Accusa montata dal generale per salvare la faccia e nascondere le reali motivazioni dell’accaduto, ovvero il fatto che la donna che amava avesse in realtà già una storia col cadetto il quale era stato preso da folle gelosia nel vedere la sua amata a teatro con l’altro.

Solo 10 anni dopo, Jane, dopo aver sposato McCraken come unica speranza di raggiungere il suo Andrej, visto che le era stato negato il permesso di viaggiare attraverso la Russia, dopo essere riuscita a scoprire esattamente dov’era stato mandato e ricollocato il suo amato, riesce ad andare in Siberia, grazie all’inaugurazione dell’invenzione del marito, per rivelare al suo grande amore il segreto che li lega, ma non lo trova. Trova però in casa di lui i segni che nel frattempo ha messo su famiglia con la cameriera che lavorava nella casa della madre di Andrei e che sempre l’aveva amato. Jane capisce di essere arrivata tardi e decide di andarsene senza aspettare il ritorno di Andrej. Andrej, che nel frattempo stava tornando dai boschi, la vede andarsene in lontananza, ma non la ferma.

Regia di Nikita Sergeevič Michalkov

Con: Julia Ormond, Richard Harris e Oleg Menšikov

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *