domenica, Aprile 11, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film di fantascienza stasera in TV: “Edge of tomorrow” mercoledì 17 marzo 2021

Il film di fantascienza stasera in TV: “Edge of tomorrow” mercoledì 17 marzo 2021

film Edge of Tomorrow

Il film di fantascienza stasera in TV: “Edge of tomorrow ” mercoledì 17 marzo 2021 alle 21.20 su Italia 1

Edge of Tomorrow.JPG

Edge of Tomorrow – Senza domani, conosciuto anche col titolo Senza domani,[1] (Edge of Tomorrow, intitolato poi Live. Die. Repeat. nelle edizioni home video anglosassoni[2][3]) è un film di fantascienza del 2014 diretto da Doug Liman. La pellicola, con protagonisti Tom Cruise ed Emily Blunt, è l’adattamento cinematografico della light novel All You Need Is Kill (2004), scritta da Hiroshi Sakurazaka ed illustrata da Yoshitoshi Abe.

«Vivi. Muori. Ripeti.»
(Tagline)

In un futuro prossimo, un esercito di extraterrestri tentacolari veloci e mortali chiamati “Mimics” per via della loro capacità di emulare le tattiche militari terrestri e sventarle, ha invaso la Terra partendo dall’Europa per poi espandersi in Asia. Dopo svariate perdite, le menti più esperte del genere umano si sforzano di trovare una soluzione contro gli invasori sviluppando potenti esoscheletri da battaglia mentre l’esercito britannico trova l’unica speranza nelle vittorie guidate dalla soldatessa Rita Vrataski, che diventa il vero e proprio simbolo dello sforzo bellico, l’Angelo di Verdun.

Il maggiore William Cage, mite funzionario dell’esercito, è mandato dal generale Brigham all’assalto finale contro i Mimics sulle coste della Francia. Privo di alcuna capacità da soldato, Cage ha scelto di diventare funzionario dell’esercito proprio per evitare lo scontro coi Mimics, ma viene trasferito forzatamente nel plotone del sergente maggiore Farell per un affrettato addestramento di un giorno. Nella battaglia sulla spiaggia, l’esercito è assalito e distrutto dai Mimics. Cage, incapace di combattere, rimane sconvolto dalla morte della Vrataski, poi, assalito da un grosso Mimic, decide di suicidarsi e fa detonare la carica di esplosivo che ha addosso, morendo con l’alieno.

Subito dopo Cage si risveglia nel momento in cui è trasferito dal sergente maggiore Farell. Dopo aver vissuto per la seconda volta l’addestramento, Cage muore di nuovo durante l’attacco dei Mimics, per poi risvegliarsi di nuovo il giorno prima. Cage si rende conto di essere finito in un loop temporale che lo riporta indietro nel tempo di un giorno dalla sua morte, e tenta inutilmente di convincere Farell e gli altri membri dell’esercito di questa sua condizione. In una delle ripetizioni della battaglia sulla spiaggia, Cage salva la vita alla Vrataski: quando lei capisce che Cage ha già vissuto la circostanza, gli chiede di andare a trovarla quando si risveglierà nuovamente.

Nel ciclo successivo Cage incontra Rita mentre questa si sta esercitando in caserma. Rita e il dottor Carter spiegano che gli alieni hanno la capacità di controllare il tempo, capacità che Cage ha potuto assumere in quanto, prima di morire durante la prima ondata, il sangue di un raro esemplare Alfa di Mimic gli è caduto addosso. Rita afferma che anche lei ha posseduto la stessa capacità e grazie ad essa era riuscita a sconfiggere i Mimics a Verdun diventando famosa, ma prima dell’attacco sulla spiaggia è rimasta ferita in un incidente e a causa della successiva trasfusione di sangue avvenuta durante il ricovero in ospedale ha perso la capacità di ripetere i propri giorni. Dice anche che quando i Mimics lo contatteranno telepaticamente, Cage avrà distinte visioni su dove si trovi l’Omega, il leader degli alieni.

I due pianificano dunque di allontanarsi dall’esercito in quanto Cage ha finalmente avuto le visioni da parte dei Mimics, secondo le quali l’Omega si nasconde in una diga in Svizzera. Dopo una decina di ripetizioni, i due riescono ad arrivare alla diga, ma Cage nutre un forte legame nei confronti di Rita, e non sopporta l’idea di vederla morire. Quando si arriva ad un punto in cui la morte di Rita è inevitabile e rischia di diventare definitiva, Cage decide di ripetere ancora il giorno e partire da solo per la diga a bordo di un elicottero. Alla diga però, Cage viene assalito dai Mimics dopo aver scoperto che l’Omega non si trova lì, e che le visioni erano solo un inganno. I Mimic cercano di dissanguare Cage per togliergli il potere, ma Cage riesce a uccidersi affogandosi.

Tornato nuovamente al punto di partenza, Cage prende in disparte Rita ed entrambi escono dalla caserma per tornare nell’ufficio di Brigham, che tiene in cassaforte un dispositivo che Carter aveva costruito sui Mimics durante i suoi servizi nel Whitehall. Dopo aver costretto Brigham a consegnare loro l’oggetto, Rita e Cage scappano in auto dalle guardie e Cage si sottopone al dispositivo, che lo rende immune agli inganni dei Mimics, e così scopre che l’Omega si trova a Parigi, nelle rovine allagate del Louvre. Cage rimane però vittima di un incidente stradale causato dalle guardie per fermarli e si ritrova ricoverato in ospedale dove viene sottoposto a una trasfusione di sangue. Nonostante Rita venga a liberarlo, Cage ha ormai perso l’abilità di tornare indietro nel tempo.

Cage e Rita tornano alla base e riescono a convincere il plotone di Farell ad aiutarli per fermare i Mimics. Vengono così condotti a Parigi dove il loro velivolo viene abbattuto: i soldati sopravvissuti si sacrificano per condurre Rita e Cage presso il Louvre, dove i due trovano l’Omega nascosto sott’acqua, difeso da un Alfa. Non potendolo uccidere, Rita decide di distrarlo, sacrificandosi. Scambiato un bacio con Cage, la donna attrae l’attenzione dell’Alfa su di sé, così Cage riesce a immergersi e, prima che l’Alfa lo raggiunga e lo ferisca mortalmente, riesce a distruggere l’Omega con una cintura di granate. Nell’esplosione risultante, il sangue dell’Omega avvolge Cage subito prima che lui soccomba alle ferite, restituendogli la capacità di controllare il tempo.

Cage si risveglia di nuovo, ma questa volta prima di incontrare il generale Brigham, e scopre dal telegiornale che una forte esplosione si è verificata a Parigi e che i Mimics stanno venendo sconfitti. Anziché andare dal generale, Cage si dirige nel campo di addestramento per rivedere Rita.

Regia di Doug Liman

Con: Tom Cruise ed Emily Blunt

Fonte: WIKIPEDIA


Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *