domenica, Aprile 11, 2021
Home > Italia > Sudisti italiani solidali con Ronzulli: “Minacce non giustificabili”

Sudisti italiani solidali con Ronzulli: “Minacce non giustificabili”

Sudisti italiani

Sudisti italiani solidali con Ronzulli: “Minacce non giustificabili” 


Roma – “Le minacce rivolte alla Senatrice Licia Ronzulli, relativamente al suo disegno di legge che prevede l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari, risultano essere davvero molto gravi, da configurarsi come reato da punire. Le minacce e le offese rappresentano, ancor più se rivolte ad una donna, un fatto di estrema gravità, da punire penalmente. 

Le diverse opinioni hanno certamente diritto di essere affermate, ma nel rispetto della legge, senza ricorrere alla  violenza verbale e alla minaccia, che, attualmente, costituiscono un fenomeno molto diffuso, di estrema gravità, sia per la sicurezza individuale, sia per quella  sociale, da punire mediante azioni  giuridiche ben definite” ha dichiarato Biagio Maimone, Fondatore del Movimento Sudisti Italiani, il quale ha aggiunto: “Troppo spesso si assiste che, da parte di non poche persone,  nell’intento di esprimere la propria diversità di pensiero, vi sia il ricorso  all’uso di un linguaggio violento, offensivo ed anche minaccioso, che sbandiera liberamente il ricorso alla violenza anche fisica.

E’ improrogabile un intervento deciso da parte delle Autorità competenti per porre freno al dilagare di un nuovo linguaggio, quello della violenza, che indica un regresso verso la barbarie, in controtendenza con l’intento sempre più civilizzatore che la società attuale si prefigge di far vivere, affinchè si affermi. sempre più, il  progresso  morale ed il  rispetto della dignità della persona. Se non si interviene, in modo tempestivo e secondo ben precisi percorsi di natura giuridica, il fenomeno della violenza diventerà sempre più endemico e non più controllabile. E’ come dire addio alla civiltà e al progresso umano, conquistato faticosamente lungo l’arco della storia umana. Ribadisco la mia solidarietà e la mia vicinanza alla Senatrice Licia Ronzulli”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *