giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb: contro un Ravenna rimaneggiato, rossoblu a caccia dei tre punti

Samb: contro un Ravenna rimaneggiato, rossoblu a caccia dei tre punti

samb

Samb: contro un Ravenna rimaneggiato, rossoblu a caccia dei tre punti

di Marco De Berardinis

Il tecnico Montero dovrà fare a meno di Padovan, Lombardo e Di Pasquale infortunati. Si giocherà al Riviera mercoledì alle h.15:00

Dopo il salomonico pareggio di Legnago, si poteva e doveva fare di più, nonostante i problemi societari, contro una squadra inferiore dal punto di vista tecnico, i rossoblu sono già proiettati al recupero della dodicesima giornata di ritorno del campionato di serie C girone B, che li vedrà affrontare al Riviera delle Palme il Ravenna di mister Colucci, gara che si disputerà mercoledì 24 marzo alle h.15:00 a soli tre giorni di distanza dal match di Legnago.

La Samb avrà di fronte una squadra con l’acqua alla gola, vista la posizione di classifica, desiderosa di fare punti che arriverà al Riviera con l’intento di non prenderle e dunque coperta, ma i rossoblu visti nelle ultime settimane lasciano ben sperare per la conquista dei tre punti.

Sulla carta la gara contro i romagnoli, non sarà un impegno difficile per i rossoblu, che provengono da quattro risultati utili consecutivi dove hanno dimostrato, nonostante le vicissitudini societarie, di essere un gruppo unito e coeso e dal grande temperamento. Ma nel calcio, mai sottovalutare una squadra in crisi, perché nulla è scontato e i rivieraschi si troveranno di fronte una compagine affamata di punti, dunque da affrontare con la massima concentrazione e determinazione.

Dando uno sguardo all’avversario di turno, i giallorossi quest’anno sono stati ripescati dopo la retrocessione dello scorso campionato e la scorsa estate la società ha allestito un buon organico, rivoluzionando quello della retrocessione, in grado di raggiungere una tranquilla salvezza, invece ad oggi la classifica li relega all’ultimo posto.

Vista la deficitaria situazione di classifica, la società romagnola, all’indomani della pesante sconfitta di Cesena dello scorso novembre, ha sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra l’ex tecnico rossoblu Giuseppe Magi, al suo posto è stato chiamato Leonardo Colucci. Con l’avvento in panchina del tecnico pugliese le cose non migliorate di molto, tant’è che attualmente i romagnoli, come già detto, sono ultimi in classifica.

I giallorossi, tra l’altro reduci da due sconfitte consecutive, sono il fanalino di coda del girone con 20 punti, in compagnia dell’Arezzo ma con due gare da recuperare, frutto di 4 vittorie, 8 pareggi e 17 sconfitte, con 25 goal fatti e 50 subiti. I romagnoli hanno il secondo peggior attacco, dopo quello del Legnago e la seconda peggior difesa, dopo quella dell’Arezzo, dunque numeri impietosi per i giallorossi che, causa focolaio Covid nel gruppo squadra, non hanno giocato negli ultimi due turni di campionato. L’ultima gara l’hanno disputata lo scorso 7 marzo uscendo sconfitti 3-1 dal Barbetti di Gubbio.

Tornando alla Samb, contro i giallorossi, il tecnico Montero non potrà contare oltre ai lungodegenti Shaka Mawuli, tra l’altro un ex e Lavilla, anche su Padovan, Lombardo e Di Pasquale infortunati, ma recupera Cristini, Trillò e Maxi Lopez che ha scontato il turno di squalifica, con quest’ultimo che dovrebbe prendere il posto di Bacio Terracino; formazione confermata per dieci undicesimi rispetto a quella di Legnago, stesso discorso per quanto riguarda il modulo e cioè il 4-4-2.

Questo dunque il probabile undici che dovrebbe schierare Montero al Riviera: Nobile tra i pali, linea difensiva a quattro composta da Fazzi, Biondi, D’Ambrosio e Liporace, centrocampo anch’esso a quattro formato da Botta, Angiulli, Rossi e D’Angelo, di punta Maxi Lopez e Lescano.

Nei romagnoli è stato sospeso in via cautelare il calciatore Benjamin Mokulu in seguito ad un controllo antidoping di routine, per aver utilizzato una pomata per un problema ad un piede, mentre per quanto riguarda la squadra, si sono negativizzati cinque giocatori che tornano disponibili, rimangono ancora positivi sette giocatori che non prenderanno parte alla trasferta, compreso l’ex rossoblu Rocchi, dunque i problemi non finiscono mai per il tecnico Leonardo Colucci che presenterà contro i rossoblu, una formazione rimaneggiata.

Per quanto riguarda il modulo, dovrebbe affidarsi 3-5-2; questo dunque l’ipotetico undici anti-Samb: Tonti tra i pali, Alari, Boccaccini e Vanacore saranno i tre di difesa, Franchini, Papa, Zanoni, Benedetti e Marra i cinque di centrocampo, Sereni e Ferretti le due punte.

All’andata con Zironelli in panchina, la gara terminò 1-1, al goal di Botta, rispose Ferretti allo scadere del match, mentre per quanto riguarda i precedenti contro i giallorossi, tra il Ballarin e il Riviera sono 17, con 7 vittorie dei rossoblu, 5 pareggi e 5 sconfitte.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Giuseppe Collu diCagliari. Il fischio d’inizio è fissato per le h.15:00 di mercoledì 24 marzo. La gara si disputerà a porte chiuse.

DICHIARAZIONI PRE GARA – Infine, ecco alcune dichiarazioni del tecnico della Samb Montero alla vigilia del match contro il Ravenna: “Si tratta di una partita molto insidiosa, statisticamente quando si torna da certe situazioni c’è voglia di giocare e tornare in campo, la prima partita ce la fai a fare bene per 90 minuti”, il tecnico rossoblu si riferisce al Ravenna, fermo per Covid da due turni. “Oggi abbiamo parlato del Ravenna, mostrato i video e ho detto ai ragazzi di non guardare la classifica e li ho messi in guardia sui pericoli della gara di domani”.

Per quanto riguarda il momento delicato che sta attraversando il club, queste le sue considerazioni: “I giocatori secondo me stanno dimostrando un grande attaccamento alla maglia, la barca deve andare avanti. Potevamo vincere contro il Legnago ma è vero che siamo tutti in una situazione particolare in questo ambiente, non solo noi e i giocatori ma anche i dipendenti, dai magazzinieri agli addetti stampa. Per fortuna in tutto questo c’èprofumo di armonia, non si vede che siamo in una situazione difficile anche se la speranza di avere notizie in merito alla società c’è. Però dobbiamo guardare partita per partita, stare sereni e lavorare”.

Infine un’ultima considerazione. “Con il comunicato che hanno fatto, i calciatori secondo me si sono liberati psicologicamente e insieme alla bella partita con il Perugia, questo ha dato loro fiducia, da lì c’è stata una inversione di marcia e una svolta di tranquillità”.