venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Abruzzo > Impianti sciistici, Liris e D’Amario: “Oltre un mln di euro a fondo perduto”

Impianti sciistici, Liris e D’Amario: “Oltre un mln di euro a fondo perduto”

Impianti sciistici

Impianti sciistici, Liris e D’Amario: “Oltre un mln di euro a fondo perduto”

L’Aquila – In arrivo contributi a fondo perduto in favore dei Comuni, dei Consorzi e delle Amministrazioni separate dei beni di uso civico (ASBUC) nel cui territorio si trovano aree sciabili attrezzate al fine contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dall’emergenza sanitaria. Si tratta di uno stanziamento pari a un milione e 250mila euro su fondi del PAR FSC Abruzzo ‪2014-2020, in base alla L.R. n.39/2020.

L’avviso è pubblicato sul sito regionale al seguente link: 

https://www.regione.abruzzo.it/content/contributi-favore-di-enti-locali-che-ospitano-aree-sciabili-attrezzate-0

La giunta regionale, la scorsa settimana , su proposta degli assessori D’Amario e Liris, aveva approvato  le linee di indirizzo per pubblicare l’avviso pubblico su interventi urgenti a sostegno del comparto sciistico regionale. 

Con la stessa delibera si dava mandato al dipartimento in materia di sport e turismo di emanare con urgenza l’avviso e di dare attuazione alla procedura di erogazione del contributo in favore del Comune di Scanno per 250mila euro per l’acquisizione del complesso infrastrutturale del bacino sciistico di Collerotondo.

“La Regione Abruzzo  – hanno commentato gli assessori Liris e D’Amario – continua ad essere vicino ai territori, specie in questo momento pandemico di difficoltà economica dei territori.

Per molte realtà territoriali  la pandemia ha fatto determinare ingentissimi minori introiti che possono mettere in gravissima difficoltà gli enti. Al fine di scongiurare disastri economici dei nostri territori abbiamo deciso di raccogliere il grido d’allarme di Comuni, Consorzi e ASBUC. Si tratta di un sostegno in favore dei territori in cui ricadono le aree sciabili attrezzate date in concessione.  Abbiamo cercato di semplificare i tempi, la complessità del processo di istruttoria e l’erogazione per ristorare Comuni, Consorzi e ASBUC proprietari di aree sciabili attrezzate che, colpite da lockdown, hanno visto contrarsi i loro consueti introiti che spesso mantenevano in equilibrio il loro bilancio. Adesso il Servizio Sport pha predisposto l’avviso pubblico a loro rivolto per perequare queste perdite”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *