domenica, Aprile 11, 2021
Home > Lazio > Stazioni ferroviarie, 23 indagati ed oltre 22mila persone controllate

Stazioni ferroviarie, 23 indagati ed oltre 22mila persone controllate

stazioni ferroviarie

Stazioni ferroviarie, 23 indagati ed oltre 22mila persone controllate

LAZIO – 23 indagati e 22.330 persone controllate; 521 le pattuglie impegnate in stazione, 57 a bordo di 112 treni, 19 le sanzioni amministrative elevate: questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio, nella settimana dal 22 marzo al 28 marzo 2021, in ambito regionale.

In particolare, nelle giornate del 24 e del 25 marzo 2021, nell’ambito dell’azione di controllo straordinario disposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria su scala nazionale, dagli agenti della Polizia di Stato  Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, si è svolta l’operazione “RAIL ACTION DAY – 24 BLUE”, finalizzata ad attivare contemporaneamente in tutti i paesi aderenti, controlli preventivi a viaggiatori e relativi bagagli, presenti a bordo dei convogli ferroviari. Sono stati conseguiti i seguenti risultati: 13 persone indagate e 4.455 persone controllate, 2 contravvenzioni al foglio di via obbligatorio, 180 le unità impiegate nelle attività di controllo nelle stazioni ferroviarie, 64  le stazioni presenziate, 132 i treni controllati e diverse persone rintracciate con provvedimenti a carico.

Nella giornata del 24 marzo gli agenti della Polizia Ferroviaria di Roma Ostiense, nel corso di servizi mirati al contrasto del fenomeno dei writers, hanno denunciato 5 italiani minorenni sorpresi ad imbrattare con scritte e graffiti il muro perimetrale dello scalo Ferroviario di Roma Tuscolana. Per i giovani writers, tutti con precedenti di polizia anche specifici, oltre alla segnalazione all’autorità giudiziaria competente sono scattate le sanzioni ai sensi dell’attuale normativa sull’emergenza COVID-19 poiché non osservanti le norme di contenimento imposte dalla cosiddetta zona rossa; le diciassette bombolette di vernice spray utilizzate per deturpare il muro sono state sequestrate.

Il 25 marzo, a Roma Termini, 2  cittadini algerini sono stati denunciati in stato di libertà per furto, dal personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio. Le indagini che hanno portato al rintraccio ed alla denuncia dei due stranieri sono scattate dopo la segnalazione di un furto ai danni di un viaggiatore mentre stava acquistando dei biglietti ferroviari da una macchinetta automatica all’interno dello scalo ferroviario di Roma Termini. I servizi di osservazione nelle stazione, anche tramite il sistema di videosorveglianza, hanno consentito ai poliziotti di individuare gli autori del furto.

Sempre nella stessa giornata gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento sono intervenuti presso un rottamaio di Viterbo, dove hanno sorpreso 2 cittadini rumeni a scaricare, dai propri furgoni, parti di biciclette elettriche, probabilmente di società che operano nella capitale. I poliziotti non hanno riscontrato nessuna autorizzazione relativa al trasporto ed allo scarico che, quindi, sono risultati abusivi. I due cittadini rumeni sono stati denunciati in stato di libertà ed i furgoni sono stati sequestrati.

A lieto fine invece la vicenda che ha visto coinvolto un 61enne rintracciato all’interno dello scalo ferroviario di Roma Termini in stato confusionale. L’uomo è stato riconosciuto dai poliziotti come persona scomparsa, in seguito alla nota diramata dalla locale Sala Operativa in data 25 marzo, con la quale la sorella ne aveva denunciato l’allontanamento volontario dal luogo di residenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *