giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb: sconfitta di misura dei rossoblu battuti all’Helvia Recina 1-0 dal Matelica

Samb: sconfitta di misura dei rossoblu battuti all’Helvia Recina 1-0 dal Matelica

samb

Samb: sconfitta di misura dei rossoblu battuti all’Helvia Recina 1-0 dal Matelica

Di Marco De Berardinis

Rete decisiva segnata su calcio di rigore da De Santis nella ripresa. Rigore fallito da Maxi Lopez nel secondo tempo

Dopo cinque risultati utili consecutivi, la Samb conosce la sconfitta, dopo essere stata battuta 1-0 dal Matelica all’Helvia Recina di Macerata con un rigore trasformato da De Santis  nella ripresa. Dopo un primo tempo in cui i ragazzi di Montero avevano rischiato di capitolare in più di una circostanza, nella ripresa erano riusciti a reagire e a creare grattacapi alla porta difesa da Cardinali. Bravo il Matelica a capitalizzare il penalty decretato dall’arbitro, meno bravi i rossoblu che con Maxi Lopez lo hanno sbagliato.

Contro i matelicesi il tecnico Montero, con la squadra falcidiata da infortuni, nello specifico doveva fare a meno degli infortunati, Shaka Mawuli, Bacio Terracino, Lombardo, Scrugli, Di Pasquale, Enrici e Padovan e dei fuori rosa Serafino jr e Lavilla, confermava per dieci undicesimi la formazione che aveva impattato al Riviera contro il Ravenna, unica novità l’esordio dal primo minuto di De Goicoechea in difesa al posto di Liporace che si accomodava in panchina, veniva confermato il 4-4-2.

In casa biancorossa, il tecnico Colavitto confermava per nove undicesimi la formazione uscita sconfitta dal Barbetti di Gubbio, le novità erano Zigrossi in difesa al posto di Magri e Bordo al posto di Balestrero a centrocampo, anche in questo caso veniva confermato il 4-3-3.

PRIMO TEMPO

Inizio scoppiettante del match da parte dei matelicesi che facevano subito capire le proprie intenzioni. Infatti al 7′ buona combinazione tra l’ex rossoblu Volpicelli, Tofanari e Moretti, che provava a servire l’inserimento di Volpicelli ma D’Ambrosio faceva buona guardia. All’8′ Volpicelli riceveva la sfera da De Santis a metà campo e serviva un filtrante per l’accorrente Moretti, questi si liberava di D’Ambrosio entrava in area e provava il destro a botta sicura, ma Nobile si opponeva alla grande deviando la sfera in angolo.

I biancorossi insistevano e al 10’ su cross di Pizzutelli in area, Leonetti svettava di testa costringendo al grande intervento Nobile che deviava la sfera in angolo. Break della Samb con Angiulli al 19’ che scambiava con Lescano e serviva D’Angelo, questi a sua volta serviva in profondità di Botta; il fantasista metteva in mezzo con un colpo di tacco al volo, controllato da Lescano e poi concluso da Maxi Lopez, che però veniva murato. I biancorossi rispondevano al 25’ con l’incontenibile Volpicelli che si liberava di Cristini e lasciava partire un diagonale che sfiorava il palo di sinistra di Nobile.

I biancorossi insistevano, al 29′ Calcagni raccoglieva la sfera sulla trequarti e provava la percussione per vie centrali, il centrocampista resisteva all’intervento di due avversari rossoblu e provava la conclusione, murata da D’Ambrosio in angolo. Scampato il pericolo, i rossoblu uscivano dalla propria trequarti affacciandosi in area avversaria; correva il 31’ quando un cross dalla sinistra di Goiecoechea, veniva deviato da Tofanari in angolo. Sugli sviluppi dell’angolo battuto da Botta, doveva uscire con i pugni Cardinali e spazzare la propria area. La gara saliva di intensità con continui capovolgimenti di fronte.

Al 36’ altro angolo battuto da Botta, questa volta Cardinali usciva a vuoto, De Goicoechea recuperava la sfera e la metteva in mezzo, troppo lungo il cross che finiva addirittura in fallo laterale. Al 40’ staffilata di Botta dai 25 metri traversa piena, la sfera tornava in campo, poi ci pensava De Santis a spazzare la propria area. Brivido per i rivieraschi al 41’, Calcagni appoggiava in area per Volpicelli, che di esterno serviva una splendida palla a Leonetti messo davanti a Nobile, l’attaccante provava il tiro a incrociare, ma il portiere rossoblu gli sbarrava la strada con una grande parata.

La Samb rispondeva al 43’ con Rossi che serviva al limite dell’area Maxi Lopez, questi si liberava di due difensori e lasciava partire un tiro che Cardinali era costretto a deviare sopra la traversa. Allo scadere di tempo, con la Samb sbilanciata in avanti, partiva il contropiede dei locali con l’incontenibile Volpicelli, la sua rasoiata in diagonale sfiorava il palo di Nobile. Ancora vicino al goal il Matelica. Primo tempo decisamente ad appannaggio dei biancorossi che hanno avuto quattro limpide occasioni per passare in vantaggio, ma l’ottimo Nobile è riuscito a disinnescarle magistralmente e a riscattare alcune indecisioni nelle gare precedenti. Matelica 0 – Samb 0.

SECONDO TEMPO

La ripresa iniziava come era iniziato il match e cioè con i matelicesi subito in avanti nel tentativo di portarsi in vantaggio. Al 49’ grande azione sulla destra di Volpicelli che entrava in area palla al piede e, dopo aver superato come birilli tre giocatori rossoblu, appoggiava per l’accorrente Calcagni, questi per ben due volte provava la conclusione, ma Nobile in entrambe le circostanze le disinnescava brillantemente.

I locali insistevano e al minuto 53 Nobile doveva uscire sui piedi di Leonetti lanciato a rete che bloccava la sfera. I rossoblu rispondevano al 57’ con Rossi che serviva in profondità D’Angelo, questi appena entrato in area, lasciava partire un diagonale che costringeva al grande intervento Cardinali. Dopo il tiro D’Angelo restava a terra, colpito duro da un intervento di Tofanari. I rossoblu chiedevano il rigore, ma l’arbitro non era dello stesso avviso.

Sul capovolgimento di fronte, correva il minuto 61, il Matelica otteneva un calcio di rigore per una trattenuta in area di De Goicoechea ai danni di Moretti, rigore ineccepibile per i matelicesi; batteva De Santis, Nobile da una parte e palla dall’altra e la sfera si infilava in rete. Matelica – Sambenedettese: 1 – 0.

Passati in vantaggio, i biancorossi insistevano, questa volta era il nuovo entrato Franchi che fuggiva sulla sinistra, andava sul fondo e metteva in mezzo un cross basso che non veniva raccolto da nessun giocatore biancorossi e la sfera terminava sul fondo.

Al minuto 72 i rossoblu avevano la possibilità di riequilibrare le sorti del match. Botta vinceva un duello con Balestrero sulla destra e crossava in mezzo per Maxi Lopez, che andava a terra contrasto da Cardinali. Anche in questo caso l’arbitro non aveva dubbi assegnando un rigore per i rossoblu. Sulla palla andava Maxi Lopez, che si faceva ipnotizzare da Cardinali, il suo tiro debole, anche se angolato, veniva parato senza difficoltà dall’estremo difensore biancorosso.

Dopo il rigore fallito, i rossoblu pigiavano sull’acceleratore alla ricerca del pareggio, ma si esponevano ai micidiali contropiede dei biancorossi e proprio in contropiede i ragazzi di Colavitto andavano vicini al raddoppio, il tiro di Balestrero al minuto 76’, veniva disinnescato con un grande intervento di Nobile. Al 79’ su azione personale Volpicelli sfiorava il palo. I rossoblu non si davano per vinti iniziando ad attaccare all’arma bianca alla ricerca disperata del pareggio, ma non riuscivano a rendersi pericolosi.

Al 94’ una punizione di Volpiceli dal limite dell’area, veniva deviata da Nobile in angolo, ma non c’era più tempo e l’arbitro non faceva battere l’angolo decretando la fine delle ostilità. Ora i rossoblu sono attesi dal recupero della gara interna con la Triestina che verrà disputata mercoledì 7 aprile. Ma la partita più importante si gioca fuori dal campo, in attesa di conoscere gli sviluppi della situazione societaria.

Questo il tabellino della gara Matelica – Sambenedettese: 1 – 0

MATELICA (4-3-3): Cardinali; Tofanari, De Santis ©, Zigrossi, Di Renzo; Calcagni (63’ Balestrero), Bordo, Pizzutelli (63’ Mbaye); Volpicelli, Moretti, Leonetti (63’ Franchi). A disp.: Martorel, Vitali, Fracassini, Barbarossa, Santamarianuova, Magri, Seminara. All. Gianluca Colavitto

SAMBENEDETTESE (4-4-2): Nobile; Fazzi, Cristini, D’Ambrosio, De Goicoechea (76’ Chacon); Botta, Angiulli, D’Angelo (63’ Liporace), Rossi; Maxi Lopez ©, Lescano. A disp.: Laborda, Fusco, Biondi, Trillò, Babic, De Ciancio. All. Paolo Montero

ARBITRO: Antonio Costanza di Agrigento. Giudici di linea: L. Poma/M. Belsanti Quarto Uff.: M. Perri

NOTE: Leggera pioggia nel primo tempo, temperatura 15° C. circa, terreno di gioco in buone condizioni. Matelica con casacca a strisce verticali biancorosse e pantaloncini rossi, Samb in completo blu con innesti rossi sulle casacche. Gara a porte chiuse.

MARCATORI: 62’ De Santis su r. (M.)

AMMONITI: 35’ Pizzutelli (M.), 61’ De Goicoechea (S.), 92’ Botta (S.)

ANGOLI: 6 – 6

RECUPERO: 1’ 1° T. – 4’ 2° T.