domenica, Aprile 11, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Quarta Repubblica” del 5 aprile alle 21.25 su Rete 4: la seconda Pasqua blindata

Anticipazioni per “Quarta Repubblica” del 5 aprile alle 21.25 su Rete 4: la seconda Pasqua blindata

quarta repubblica

Anticipazioni per “Quarta Repubblica” del 5 aprile alle 21.25 su Rete 4: ospite Emanuele Fiano

Quarta Repubblica 2019 | Mediaset Play

Stasera 5 aprile, “Quarta Repubblica” – il talk-show dedicato all’attualità politica ed economica condotto da Nicola Porro – andrà in onda, in prima serata su Retequattro, per fare il punto sulla seconda Pasqua blindata, sull’attuazione del piano di vaccinazioni e sui disagi provocati da alcuni degli ultimi divieti, come quello di raggiungere la seconda casa in questi giorni di vacanza.
 
Durante le tre ore di diretta, ampio spazio sarà dedicato al caso dei giornalisti intercettati nell’ambito della recente indagine della procura di Trapani sulle Ong – con un intervento dell’inviato de “Il Giornale” Fausto Biloslavo – e al giallo del libro sulla pandemia scritto dal ministro della Salute Roberto Speranza, stampato, diffuso e poi ritirato da tutte le librerie. A seguire, un reportage  sulle vacanze pasquali, tra Ibiza piena di turisti, anche italiani, sulle spiagge e al ristorante, Capri deserta e Mosca del vaccino Sputnik. Tra i servizi in onda, anche un viaggio tra i ragazzi costretti a rimanere chiusi in casa dalle limitazioni anti-Covid.
 
Lo speciale “Faccia a faccia” di questa settimana sarà tra Nicola Porro e il comico Gene Gnocchi.
 
Infine, per la pagina dedicata alla magistratura, un’inchiesta sul funzionamento del trojan, il malware introdotto dagli investigatori di Perugia nel cellulare dell’ex componente del Csm Luca Palamara.
 
Tra gli ospiti della puntata: l’arcivescovo di Reggio Emilia Massimo Camisasca, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, i deputati Matilde Siracusano (Forza Italia), Emanuele Fiano (Pd) e Nicola Stumpo (Leu), i giornalisti Alessandro SallustiPiero SansonettiDaniele Capezzone e Francesco Borgonovo, l’esperta di lavoro autonomo Emiliana Alessandrucci e l’ex sindaco di Parma Alfonso Vignali. Come ogni settimana, il contributo di Vittorio Sgarbi.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *