martedì, Aprile 20, 2021
Home > Abruzzo > Riti dell’Ablutio – Incubatio nella Fonte e Grotta Sacra di Roccamontepiano

Riti dell’Ablutio – Incubatio nella Fonte e Grotta Sacra di Roccamontepiano

riti

Riti dell’Ablutio – Incubatio nella Fonte e Grotta Sacra di Roccamontepiano

 CHIETI – Il culto che rivela maggiormente l’animo religioso più tradizionale degli abitanti di Roccamontepiano, è quello di San Rocco, considerato il Santo Pellegrino per antonomasia, con poteri taumaturgici sulla peste in particolare e più in generale sulle malattie infettive, febbrili e dermatologiche. A questo culto sono legati due riti magico – religiosi antichi di cui tratteremo.

VEDI IL VIDEO

Roccamontepiano, Grotta di San Rocco e Fonte Sacra per antichi riti dell’Ablutio e Incubatio nella Maiella Marrucina

La leggenda cattolica vuole che San Rocco, pellegrino malato di peste, sia giunto a Roccamontepiano, trovando rifugio nella grotta, rendendo miracolosa l’acqua della sorgente che vi sgorgava e guarendo con essa gli ammalati con le Abluzioni, cioè le immersioni del corpo o di parti di esso.

Sicuramente, il rito dell’Ablutio a Roccamontepiano, come avviene altrove, deriva da un’epoca molto più antica precristiana, in cui si praticava questo rito purificatore con l’acqua che sgorga direttamente dalla Maiella, la Montagna Madre.

A tutt’oggi nella grotta di San Rocco, avvengono le abluzioni, in particolar modo il 16 agosto, quando i devoti si bagnano e bevono l’acqua salutifera, per ottenere la “sanatio” desiderata, lasciando in oblazione somme di denaro ed ex voto attestanti la grazia ricevuta.

In passato, nella grotta del Santo a Roccamontepiano, era praticato anche il rito dell’incubatio (dormire nel luogo sacro).

Cristiano Vignali

Tratto da: Discovery Abruzzo Magazine

Cristiano Vignali
Cristiano Vignali è un reporter freelance specializzato in articoli di approfondimento su storia, cultura, politica, curiosità e attualità. Collabora con diverse testate online di carattere internazionale e nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *