lunedì, Novembre 29, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film horror stasera in TV: “The Limehouse Golem” martedì 13 aprile 2021

Il film horror stasera in TV: “The Limehouse Golem” martedì 13 aprile 2021

film the limehouse golem

Il film horror stasera in TV: “The Limehouse Golem – Il mistero sul Tamigi” martedì 13 aprile 2021 alle 21:20 su Rai 4

(none)

The Limehouse Golem – Mistero sul Tamigi (The Limehouse Golem) è un film del 2016 diretto da Juan Carlos Medina e sceneggiato da Jane Goldman. Il film è l’adattamento cinematografico del libro di Peter Ackroyd del 1994 La leggenda del mostro di Limehouse (Dan Leno and the Limehouse Golem), con Olivia CookeBill Nighy, e Douglas Booth.

Il film è stato presentato per la prima volta al Toronto International Film Festival il 10 settembre del 2016.

Una serie di omicidi ha scosso la comunità di Limehouse nella Londra vittoriana al punto che le persone credono che il responsabile sia una creatura leggendaria dei tempi bui: il Golem. Quando la star del teatro, Elizabeth Cree, viene accusata di avere avvelenato suo marito John la stessa notte dell’ultimo omicidio Golem, l’ispettore John Kildare scopre prove che collegano John Cree agli omicidi del Golem e vuole risolvere i casi prima che Elizabeth venga impiccata.

Dopo aver trovato un diario scritto dal Golem dei crimini, in un libro sull’arte dell’omicidio, tenuto nella sala di lettura della biblioteca, Kildare stabilisce che il Golem deve essere uno dei quattro uomini nella biblioteca alla data dell’ultima entrata; Dan Leno, Karl Marx, George Gissing e John Cree. Kildare acquisisce campioni di grafia dei tre uomini in vita, mentre ascolta la storia di Elizabeth, figlia di una madre senza marito e passata dal cucire vestiti a star del teatro.

Alla morte della madre, Elizabeth fu aiutata da Dan Leno e si unì alla sua compagnia, eseguendo canzoni comiche vestita da uomo. Il suo atto diventa rapidamente il secondo in popolarità, solo dietro a quello di Leno, anche se ella aspira a diventare attrice drammatica. A quel punto il drammaturgo John Cree, invaghito di lei, le offre un ruolo da protagonista nel suo nuovo spettacolo. Inoltre nel suo primo ruolo drammatica viene sabotata dalla collega Aveline Ortega, gelosa del successo di Elizabeth e delle attenzioni di John.

Lizzy è inoltre ricattata dal proprietario del teatro, un uomo conosciuto come “lo Zio” ed è costretta a posare nuda per delle fotografie e a picchiarlo per la sua gratificazione sessuale. Dopo averlo riferito a John, che le aveva chiesto anche di sposarlo, lo zio era morto improvvisamente pochi giorni dopo, lasciando il teatro a Dan Leno. Dopo il matrimonio il rapporto tra John e Lizzy si incrina anche perché questa non ha intenzione di soddisfarlo sessualmente ed anzi, assume addirittura Aveline come cameriera personale, offrendole il doppio di quanto guadagnava come attrice, per andare a letto con John al suo posto. John sospende anche la scrittura dello spettacolo che avrebbe dovuto vedere Lizzy come protagonista, che si rivelerà un fiasco quando sarà portato in scena dalla sola Elizabeth. I due conugi erano rimasti dunque in rapporti freddi fino all’avvelenamento di John Cree.

Kildare trova finalmente una copia manoscritta della commedia scritta da Cree prima della sua morte il giorno in cui Elizabeth sarà impiccata. Ottiene un rinvio di un’ora alla sua condanna, sperando che rivelando i crimini di John Cree la sua pena verrà commutata. Chiede a Lizzy di scrivere una lettera dove dichiara di aver ucciso John perché temeva per la sua incolumità in quanto aveva scoperta che era un assassino. Questa però scrive: “I AM THE GOLEM Elizabeth Cree”. Aveva ucciso infatti lei “lo Zio” e poi aveva ha iniziato a commettere una seria di omicidi, creando il mito del Golem per avere una fama duratura nel tempo, e avvelenando il marito, quando questi aveva trovata una prova dei suoi crimini.

Sconvolto dalla rivelazione, Kildare rinuncia a riferire chi era il vero Golem, concedendole la fama di aver eliminato il Golem, piuttosto che la maggiore fama di essere un’assassina. Successivamente la compagnia di Dan Leno, mette in atto la vita di Elizabeth, partendo dalla sua morte e ripercorrendo a come ci è arrivata, ma Aveline Ortega, interpretando la parte di Elizabeth, muore accidentalmente durante la scena dell’impiccagione. Leno, freddamente, le toglie la parrucca e decide di interpretare egli stesso Lizzy. Nell’ultima scena vediamo Elizabeth fare un inchino sul palco e usare il tormentone di Leno: “Eccoci di nuovo qui!”.

Regia di Juan Carlos Medina

Con Olivia CookeBill Nighy e Douglas Booth

Fonte: WIKIPEDIA